Oxford vuole cancellare Omero e Virgilio per aiutare gli studenti meno preparati. Insorgono i classicisti

Per la prima volta dopo 900 anni, ci si potrebbe laureare in Lettere classiche nell’ateneo senza aver letto una riga dei due autori. La rivolta: «Eliminarli sarebbe come non fare più studiare la Bibbia nei corsi di teologia»