Dubai si affida a una start up italiana per promuovere il turismo nella Generazione Z

App, biglietti aerei in palio, concorso per visitare gratis la principale meta turistica del Golfo. Strategia commerciale “made in Italy”

ROMA. Poche mete turistiche al mondo hanno conosciuto negli ultimi anni una crescita paragonabile a Dubai. Finora si è trattato prevalentemente di un segmento di mercato “ad elevata capacità di spesa”, sospinto da viaggiatori interessati soprattutto alle illimitate opportunità di shopping del cuore commerciale del Golfo. Ora, però, Dubai punta a diventare turisticamente appetibile anche per una fascia di viaggiatori più giovane e per raggiungere i millennials si affida alla creatività hi tech “made in Italy”. L’Ente del Turismo, infatti, sceglie la startup italiana di “edutainment thefaculty” per promuovere la città emiratina presso la Generazione Z. «Più conosci Dubai, più possibilità avrai di visitarla gratuitamente”: questo il mantra e l’obiettivo del progetto realizzato dall’Ente del Turismo di Dubai (DET) con la startup italiana di edutainment thefaculty, scelta per il suo forte legame con gli studenti universitari, la Generazione Z, che ogni giorno coinvolge con quiz e premi.

Progetto

Cuore del progetto è il concorso attivo sull’app di thefaculty dal 10 al 29 gennaio; in palio ci sono molti premi, tra cui 2 biglietti aerei Emirates per due persone per scoprire la storia, la cultura e le icone architettoniche che hanno reso Dubai famosa in tutto in mondo. L’idea del concorso a premi nasce dal voler promuovere il territorio soprattutto presso la generazione degli studenti italiani che potranno utilizzare le loro conoscenze per vincere non solo i voli per Dubai ma anche 1600 euro in gift cards.

Meccanismo promozionale
Il meccanismo è semplice: i partecipanti dovranno rispondere ogni giorno a 5 domande che troveranno sull’app di thefaculty sulla storia e la cultura di Dubai; per ogni risposta esatta avranno la chance di vincere l’ambito premio messo in palio dall’Ente del Turismo. Edutainment e promozione del territorio: questo l’obiettivo di DET (Department of Economy and Tourism in Dubai) per ingaggiare il target più giovane in modo attivo e coinvolgente. In quest’ottica, la scelta del partner ideale è ricaduta su thefaculty, un’app che permette ai suoi utenti di sfidarsi sulle nozioni apprese a scuola e all’università per ottenere sconti dalle aziende partner della startup. thefaculty, infatti, è un innovativo canale di marketing digitale e consente di incontrare virtualmente la Generazione Z e di ingaggiarla in modo efficace.

Esperienza
«Abbiamo seguito tutti gli aspetti logistici, legali e progettuali di questo progetto con l’obiettivo di creare un’esperienza completa e ingaggiante per i nostri utenti dando loro la possibilità di visitare un territorio ricco di eccellenze e fornendo all’Ente del Turismo una soluzione coinvolgente e allo stesso tempo non convenzionale per raccontare Dubai e le sue mille opportunità», spiega Christian Drammis, amministratore delegato di thefaculty. Smartcreative è una startup innovativa fondata a Milano nel 2018 da Christian Drammis, Christian Locatelli e Xavier Durand. Nel 2019 la startup ha lanciato l’app thefaculty con l’idea di aiutare gli studenti, premiando il merito, attraverso vantaggi esclusivi. Oggi, l’edu-game conta più di 120.000 iscritti con un totale di 15 milioni di risposte ai quesiti e rappresenta, oltre ad una community di universitari, anche un canale di digital marketing interessante per le aziende. Il team è under 25 e attivo perlopiù da remoto.

(fonte: La Stampa)