Esiste il bacio perfetto? È tutta una questione di chimica (e ora ci sono le prove)

Il 13 aprile è la giornata mondiale del bacio. Una dimostrazione di amore che secondo gli scienziati fa bene alla salute. Peccato che per un bacio deludente ci si arrivi anche a lasciare

Non avevamo bisogno né della Rappresentante di Lista né di Rettore per scoprire che l’amore (di cui il bacio è il primo messaggero) sia una questione di chimica. Ma dal momento che fra poche ore – il 13 aprile – sarà la Giornata del Bacio (dopo quella del Pi greco e quella dell’ordine in ufficio, questa almeno a un bel retrogusto romantico) ecco che passeggiando in Rete si trovano le statistiche più fresche relative a questa pratica. E in tempi di guerra parlare di baci può farci un po’ di bene. E le domande (eterne) non mancano. Un bacio è solo un bacio? Perché gli esseri umani si baciano? Quali sono i benefici? Esiste un bacio perfetto e universale? Cercando di rispondere a tali atavici quesiti atavici la società CLIMAX ha realizzato un breve vademecum per spiegare tutto quello che c’è da sapere sul gesto più romantico della nostra vita. Attingendo – dicono – dalle ultime e più attendibili ricerche scientifiche.

La genetica sceglie il partner

Uno studio condotto dall’Università del Nevada ha dimostrato che il bacio ci permette di percepire i feromoni dei nostri potenziali partner e sapere se sono compatibili o aperti alla riproduzione. Secondo questa ricerca le donne sarebbero più attratte dai feromoni degli uomini che hanno un sistema immunitario con un codice genetico molto diverso dal loro: questo potrebbe essere dovuto al fatto che i potenziali figli nascerebbero con un corredo genetico ad alto livello di diversità, rendendoli più sani, forti e con maggiori probabilità di sopravvivenza

Un cocktail d’amore che brucia calorie

Un bacio è in grado di portare un’esplosione di reazioni biologiche nel nostro corpo. Gli ormoni che si attivano durante un bacio aumentano l’attaccamento, l’affettività e il desiderio sessuale: viene stimolata la dopamina, il neurotrasmettitore responsabile dell’aumento del desiderio; la serotonina, meglio conosciuta come l’ormone della felicità, è la molecola che migliora l’umore e ci avvicina emotivamente al partner; e infine, l’ossitocina, l’ormone dell’amore per eccellenza, che ha un forte impatto sul desiderio sessuale.

Ultimo ma non meno importante: con un bacio si bruciano dalle due alle tre calorie. Più il bacio è intenso, maggiori saranno le calorie bruciate: un bacio passionale può fare bruciare dalle sette alle ventiquattro calorie al minuto. Niente di paragonabile a un’ora di palestra, ma sicuramente più piacevole ed economico!

«Kissing Gap»

Il 55% degli uomini e il 66% delle donne hanno dichiarato di aver terminato una relazione appena iniziata a causa di un bacio poco soddisfacente. Inoltre, sembra che gli uomini abbiano più del doppio delle probabilità di avere un rapporto sessuale con un «cattivo baciatore» rispetto alle donne. Insomma, sembra che per le donne un bacio sia più importante. Un altro studio ha dimostrato che gli uomini sono più desiderosi di baciare qualcuno in base all’attrazione del viso della persona che baciano, mentre le donne sembrano concentrarsi di più sui denti di un uomo per decidere se baciarlo o meno.

Esiste il bacio perfetto?

A quanto pare sì. In diversi studi sui modi di baciare comuni negli uomini e nelle donne, lo psicologo evoluzionista Gordon Gallup dell’Università di Albany ha scoperto che gli uomini preferiscono il «bacio alla francese» al «bacio a stampo».

La teoria scientifica dietro questa scoperta trova risposta nel testosterone. Secondo lo studio, gli uomini hanno piccole quantità di testosterone nella saliva e «nello scambio di saliva – che può avvenire nel corso di settimane, mesi o anni – le tracce di testosterone presenti nella saliva maschile potrebbero aumentare i livelli di testosterone nella donna e quindi la sua ricettività e la sua libido», conclude Gallup.

(fonte: La Stampa)