Covid, il bollettino del 16 gennaio: 149.512 nuovi casi, 248 morti. Gli italiani attualmente positivi sono 2,5 milioni

Il tasso di positività sale al 16%, +14 terapie intensive. Rispetto a un anno fa, -5000 ricoveri

Sono 149.512 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 180.426. Le vittime sono invece 248 mentre ieri erano state 308.

Sono 927.846 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.217.830. Il tasso di positività è al 16,1%, in aumento rispetto al 14,8% di ieri. Sono 1.691 i pazienti in terapia intensiva, 14 in più nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 128. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 18.719, ovvero 349 in più rispetto a ieri.

E con i dati di oggi si sono superati in Italia i 2,5 milioni di attualmente positivi. Secondo il bollettino del ministero della Salute sono 2.548.857, con un incremento nelle ultime 24 ore di 78.010. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 8.706.915 mentre i morti sono 141.104. I dimessi e i guariti sono invece 6.016.954, con un incremento di 79.207 rispetto a ieri.


Rispetto a un anno fa in Italia -5000 ricoveri
Sempre tanti contagi (benché il numero sia in calo da alcuni giorni ormai), ma numeri più contenuti di decessi e di ricoveri, sia ordinari che in terapia intensiva: è il quadro che emerge se si confrontano i dati di oggi del bollettino del ministero della Salute sull'andamento della pandemia e quelli contenuti nel medesimo report pubblicato esattamente un anno fa, il 16 gennaio del 2021, con la campagna vaccinale ancora alle prime battute. Se oggi i nuovi casi sono 149.512 con 927.846 tamponi (per un tasso di positività pari al 16,1%), il bollettino di dodici mesi fa parlava di 16.310 nuovi casi, con 261.404 tamponi effettuati e un indice di positività pari al 6,2%. La situazione, però, cambia radicalmente se il discorso si sposta sui decessi e sulla pressione ospedaliera.
Un anno fa morivano 475 pazienti (su un totale di 81.800 da inizio pandemia), mentre le terapie intensive erano 2.520 in tutto, con 170 ingressi del giorno, e un totale di 22.784 ricoveri ordinari. Le persone che allora risultavano essere positive al virus erano 557.717 in totale di cui 532.413 in isolamento domiciliare. Oggi, invece, i morti sono 248 (per un totale da inizio pandemia di 141.104, dunque +59.304 rispetto a un anno fa), i ricoveri ordinari 18.719 e le terapie intensive 1.691 (con 128 ingressi del giorno), mentre le persone attualmente positive risultano essere 2.548.857 di cui isolate a casa 2.528.447.

Piemonte
Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 8.857 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 7.713 dopo test antigenico), pari al 14,8% di 60.004 tamponi eseguiti, di cui 50.759 antigenici. Degli 8.857 nuovi casi gli asintomatici sono 7.157 (80,8%). Il totale dei casi positivi diventa 697.936. I casi sono così ripartiti: 7.363 screening, 1.097 contatti di caso, 397 con indagine in corso. I ricoverati in terapia intensiva sono 143 (-3 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.016 (+78 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 165.136. I tamponi diagnostici finora processati sono 12.993.096 (+60.004 rispetto a ieri). Sono 23, 5 di oggi, i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale diventa quindi 12.291.

Lombardia
Con 186.577 tamponi effettuati è di 26.773 il numero di nuovi positivi registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore con un tasso di positività del 14,3% (ieri era del 14,4%). Il numero dei ricoverati in terapia intensiva è di 268 (+10) e nei reparti per le terapie anti-covid è di 3.566 (+63). Sono 57 i morti per un totale di 35.911 dall'inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province: a Milano sono 8020 i casi segnalati, a Brescia 3982, a Varese 1973, a Monza e Brianza 2269, a Bergamo 2767, a Como 1491, a Pavia 1383, a Mantova 1111, a Cremona 939, a Lecco 794, a Lodi 621 e a Sondrio 552.

Liguria
In Liguria sono 4.393 nuovi positivi su 22.684 tamponi tra molecolari e antigenici. In particolare, a Imperia (Asl 1) 357; Savona (Asl 2) 877; Genova 2.513, di cui 2.024 Asl 3 e 489 Asl 4; La Spezia (Asl 5) 632. Non riconducibili alla residenza in Liguria 14.

Trentino
In Trentino oggi nessun decesso e 1.767 nuovi contagi da Covid intercettati da oltre 10mila tamponi. Sul versante ospedaliero, a fronte di 11 nuovi ingressi ci sono state altrettante dimissioni: sono dunque 148 le persone ricoverate di cui sempre 21 in rianimazione. La fascia anagrafica più colpita dai contagi è quella degli over 40 con 567 nuove positività, seguita dai 19-39enni con 513 casi. In aumento invece le classi in quarantena che salgono a quota 144. Sul fronte della campagna vaccinale le somministrazioni sono 1.065.196, comprese 401.215 seconde dosi e 222.339 terze dosi.

Veneto
Sono 13.094 i nuovi contagi da Covid in Veneto nelle ultime 24 ore. Secondo il report della Regione Veneto, sono stati 8.688.090 tamponi molecolari e di 14.972.632 tamponi antigenici. Il totale dei positivi da inizio pandemia sale a 881.507, gli attualmente positivi sono 252.942. Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 19.

Friuli Venezia Giulia
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.594 tamponi molecolari sono stati rilevati 552 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 15,36%. Sono inoltre 15.908 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 2.441 casi (15,34%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 41 e i pazienti ospedalizzati in altri reparti a 373. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d'età più colpita è quella da 0 a 19 anni (22,45%) seguita da 50-59 anni (18,38%), 40 a 49 anni (17,11%), 30-39 anni (14,17%) e 20-29 (12,09%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 9 persone: una donna di Udine di 93 anni (deceduta in ospedale), un uomo di 90 anni di Polcenigo (deceduto in ospedale), un uomo di 90 anni di Pordenone (deceduto in ospedale), una donna di Trieste di 88 anni (deceduta in una struttura per anziani), una donna di 84 anni di Sacile (deceduta in ospedale), una donna di 79 anni di Porcia (deceduta in ospedale), una donna di 77 anni di Campoformido (deceduta in ospedale), un uomo di 75 anni di San Quirino (deceduto in ospedale) e un uomo di 70 anni di San Daniele del Friuli (deceduto in ospedale). I decessi complessivamente ammontano a 4.345.

Emilia Romagna 
Vaccinazioni, 1 milione e 882 mila le terze dosi fatte, in mattinata già oltre 2.500 somministrazioni ai 5-19enni nel corso dell’Open Day regionale Bologna, 16 gen. (Adnkronos) - Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 805.434 casi di positività, 16.408 in più rispetto a ieri, su un totale di 59.188 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi del 27,7%. Questo il dato comunicato al ministero della Salute, a cui vanno aggiunti 952 nuovi casi registrati a Piacenza e provincia da ieri, che per un problema di rilevamento non è stato possibile caricare. I dati verranno recuperati nei prossimi giorni. Il totale complessivo odierno sarebbe quindi di 17.360 casi. Mentre sono venti i decessi. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 37 anni. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell'Emilia-Romagna sono 149 (-3 rispetto a ieri); l'età media è di 62,2 anni. Sul totale, 94 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,9 anni), il 63,1%, mentre 55 sono vaccinati con ciclo completo (età media 64,2 anni). Un dato che va rapportato al fatto che le persone over12 vaccinate con ciclo completo in Emilia-Romagna superano quota 3,6 milioni, circa 300mila quelle vaccinabili che non si sono ancora vaccinate: la percentuale di non vaccinati ricoverati in terapia intensiva è quindi molto più alta rispetto a chi si è vaccinato. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.394 (+61 rispetto a ieri), età media 69,2 anni. Rispetto ai 17.755 nuovi casi registrati ieri, i contagi oggi registrano un -7,6%. I ricoverati nei reparti Covid aumentano dell'2,6%, quelli delle terapie intensive calano del 2%.

Marche
Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 4.923 casi di Covid-19 con 14.184 tamponi processati nel percorso per le nuove diagnosi e un tasso di positivita' al 34,7% (ieri era al 25,6% con 5.766 casi); la meta' dei nuovi positivi si riscontrano nelle fasce d'eta' 25-44 anni e 45-59 anni. Il dato dei positivi rilevati tiene conto del nuovo metodo di rilevamento del conseguente recupero del tracciamento. Ma dal punto di vista epidemiologico, secondo il Servizio Sanita' della Regione Marche, lo studio sull'andamento dell'incidenza con la vecchia modalita' porta ad osservare una prima flessione dell'incidenza (circa 17% sulla settimana passata) e quindi il raggiungimento del plateau epidemico.

Lazio
"Oggi nel Lazio su 22.651 tamponi molecolari e 71.035 antigenici, per un totale di 93.686 tamponi, si registrano 12.994 nuovi casi positivi (+898). Sono 6 i decessi (-9), 1.748 i ricoverati (+14), 204 le terapie intensive ( = ) e +4.225 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 13,8%. I casi a Roma città sono a quota 6.406". Lo comunica in una nota l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

Campania
Sono 17.667 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 104.906 test - antigenici e molecolari - esaminati: il tasso di incidenza è in calo, al 16,84% contro il 18,46 del giorno precedente e il 20,16 di due giorni prima. Il bollettino giornaliero dell'Unità di crisi segnala cinque nuove vittime. Resta stabile l'occupazione delle terapie intensive (a quota 87, -1 rispetto a ieri) mentre prosegue il trend di crescita dei ricoveri in degenza, con 1.278 pazienti in ospedale (+32).

Puglia
Sono 8.384 i nuovi casi di coronavirus rilevati in Puglia, si tratta del 15,3% dei 54.677 test giornalieri registrati. Le vittime sono quattro. La province più colpite son quella di Bari, con 2.621 casi; Lecce con 1.572; Foggia con 1.210 e Taranto con1.162: Nella Bat i casi sono 875 e nella provincia di Brindisi 852. I residenti fuori regione sono 61 31 residenti in province non ancora definite. Le persone attualmente positive sono 118.307 delle quali 593 sono ricoverate in area non critica e 61 in terapia intensiva

Calabria
Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 2.137 i nuovi contagi registrati (su 9.911 tamponi effettuati), +1.378 guariti e 7 morti (per un totale di 1.723 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +752 attualmente positivi, +14 ricoveri (per un totale di 432) e, infine, +2 terapie intensive (per un totale di 37).

Sicilia
Sono 8.521 i nuovi casi di Covid19 registrati a fronte di 45.578 tamponi processati in Sicilia. Il giorno precedente i nuovi positivi erano 9.292. Il tasso scende al 17,9% ieri era 18,8%. L'isola è all'ottavo posto per contagi, al primo posto c'è la Lombardia con 26.773 casi, al secondo posto la Campania con 17.677 casi, al terzo L'Emilia Romagna con 16.408 casi, al quarto il Veneto con 13.094 casi, al quinto posto il Lazio con 12.994 casi, al sesto posto la Toscana con 10287 casi e al settimo posto il Piemonte con 8.857 casi. Gli attuali positivi sono 173.689 con un aumento di 7.348 casi. I guariti sono 1.136 mentre le vittime sono 37 e portano il totale dei decessi a 7.915. Sul fronte ospedaliero sono 1.516 ricoverati, con 28 casi in più rispetto a ieri; in terapia intensiva sono 168, 11 casi in più rispetto a ieri. Sul fronte del contagio nelle singole province Palermo con 2.394 casi, Catania 2.354, Messina 581, Siracusa 791, Trapani 421, Ragusa 703, Caltanissetta 510, Agrigento 609, Enna, 158.

Sardegna
In Sardegna si registrano oggi 1.317 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 4167 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 9.996 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 28 (come ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 236 (12 in più di ieri). I casi di isolamento domiciliare sono 20752 (972 in più di ieri). Si registrano due decessi: un uomo di 78 anni, residente nella provincia di Oristano, e una donna di 93 anni residente nella Città Metropolitana di Cagliari.

(fonte: La Stampa)