Djokovic respinto dall'Australia: «Non vaccinato, è un pericolo per la comunità»

Novak Djokovic: l'Australia non vuole sua permanenza nel Paese in quanto non vaccinato (LaPresse)

La decisione sulla stella del tennis è stata annunciata direttamente dal ministro dell'immigrazione federale australiano, Alex Hawke

Il governo australiano ha nuovamente annullato il visto di ingresso per Novak Djokovic, sostenendo che il fatto che il numero uno del tennis mondiale non sia vaccinato può rappresenta un pericolo per la comunità. La decisione è stata annunciata dal ministro dell'immigrazione federale, Alex Hawke, il quale ha usato i suoi poteri discrezionali per cancellare il visto la cui validità era stata ripristinata da un giudice lunedì 11 gennaio. A questo punto "Nole" rischia l'espulsione dal Paese che gli impedirebbe di prendere parte agli Australian Open.