Salvini: “Ora basta terrorismo mediatico, nel prossimo Consiglio dei ministri chiederemo la revoca del coprifuoco”

Il leader del Carroccio: «I numeri dell’epidemia sono in calo, chissà se i tg daranno queste buone notizie o preferiranno terrorizzare»

Calano i contagi e la situazione epidemiologica in Italia migliora. Lo ha detto Silvio Brusaferro, il responsabile dell’Istituto Superiore di Sanità che ha, anche, sottolineato come «l’epidemia non sia ripartita” come si temeva dopo le riaperture del 26 aprile. Così, la Lega è tornata a focalizzare l’attenzione sulla questione del corpifuoco. Lo ha fatto il leader del Carroccio Matteo Salvini: «Solo oggi 15.580 italiani guariti, 591 ricoverati in meno, 55 letti di terapia intensiva liberati, e solo ieri 501.236 vaccinati. Chissà se i TG daranno queste buone notizie o preferiranno terrorizzare. Nel prossimo Cdm i ministri della Lega chiederanno il ritorno al lavoro in sicurezza per tutti, senza discriminazioni, e no al coprifuoco che qualcuno voleva confermare fino a giugno o addirittura a luglio». 

Covid, Brusaferro (Iss): "Età mediana diagnosi cala a 41 anni, ricoveri a 65"

I numeri migliorano. Il Paese sta lentamente uscendo dalla situazione più critica, tanto che soltanto tre regioni italiane da lunedì saranno arancioni mentre le altre saranno tutte in zona gialla. Insomma, l’Italia riparte e allora, si chiede il capo del Carroccio, tra i più fervidi sostenitori di un allentamento delle misure, perché non procedere con un passo ulteriore. Salvini, così, annuncia che durante il prossimo Cdm non solo chiederà la revoca del coprifuoco ma anche «il ritorno al lavoro per tutti».

Di Maio sul coprifuoco indica la data

Ma sul punto relativo al coprifuoco, stamane era già intervenuto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Indicando, di fatto, una data. «Il 16 maggio? Credo sia una data auspicabile per superare il coprifuoco, ma ovviamente non è un liberi tutti. Ci siamo passati altre volte». Aggiungendo: «Tutti vogliamo uscire da quell'incubo. Il tema è superare il coprifuoco per non rientrarci dopo pochi mesi - ha aggiunto -. Non vale solo per l'Italia, sono ore importanti. Ora dobbiamo affrontare l'estate e permettere ai turisti vaccinati di venire in Italia». 

(fonte: La Stampa)