Coronavirus, chi diffonde maggiormente il contagio? Gli asintomatici

Lo stabiliscono i centri di controllo sulla Salute degli Usa. Il picco di contagiosità, 5 giorni dopo essere stati infettati. Uso della mascherina indispensabile

A diffondere di più il virus del Covid-19 sono gli asintomatici. E' quanto affermano i Centri di controllo e prevenzione delle malattie degli Stati Uniti (Cdc) in una nuova guida sull'importanza delle mascherine.

«La maggior parte delle infezioni da Sars-Cov-2 è diffusa da persone senza sintomi», scrive l'agenzia in una sezione del suo sito dedicata alla spiegazione scientifica su come utilizzare le mascherine per controllare la diffusione del virus.

La mascherina dietro alle orecchie fa male? Il tutorial per modificarla

«Il Cdc e altri stimano che più del 50% di tutte le infezioni vengano trasmesse da persone che non presentano sintomi», si legge ancora nella guida. «Ciò significa che almeno la metà delle nuove infezioni proviene da persone probabilmente inconsapevoli di essere contagiose per gli altri».

Secondo il Cdc, inoltre, il 24% delle persone che trasmettono il virus ad altri non sviluppa mai sintomi e un altro 35% lo fa da pre-sintomatico.

Coronavirus: i contagi in Italia e quali sono le regioni da tenere sotto controllo

Il 41% delle trasmissioni arriva invece da sintomatici. Mentre il picco di contagiosità si verifica cinque giorni dopo l'infezione, sempre secondo l'agenzia americana. 

Boralevi: "Contagio Covid, i 5 rischi che corriamo tutti"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi