Il razzismo, i saluti militari dei turchi e questo calcio senza coscienza