Tra slogan e sviste la casa europea resta in costruzione