Blue Whale, la psichiatra: "Poco sonno e distrazioni sono segnali del disagio"

Da pochi mesi in Italia, consiste in 50 “prove” autodistruttive di livello crescente. Il nome fa riferimento al comportamento delle balenottere che, ad un certo punto della vita, senza apparente motivo, si spiaggiano e muoiono. “Le vittime ideali sono ragazzi facili allo “spiaggiamento”  – spiega Adelia Lucattini, psichiatra psicoterapeuta e psicoanalista