Allarme obesità infantile: in Italia un bambino su quattro è sovrappeso

Le regioni del Centro-Sud le più colpite: primato alla Campania con un bambino su due sovrappeso. Famiglie nel mirino: un genitore su due non conosce i corretti stili alimentari

ROMA. Nonostante il falso mito della dieta mediterranea, gran parte dei bambini italiani si ritrova con qualche chilo di troppo. Uno su quattro è infatti sovrappeso e ben uno su dieci è obeso. Questi i dati emersi nell'indagine
“L’obesità infantile: un problema rilevante e di sanità pubblica”, diffusa dall'Osservatorio del dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale dell’Università Milano Bicocca, che ha riunito recenti studi nazionali e internazionali in materia di alimentazione. Gli esiti di questa ricerca sono stati presentati lo scorso 28 gennaio a Roma in occasione della conferenza “Mangia bene, cresci bene”, promossa dal Moige (Movimento Italiano genitori).

Nel Belpaese aumentano i bambini obesi. Dati alla mano, l’Italia è uno dei paesi europei più interessati dal fenomeno dell’obesità infantile. Non a caso, nel Belpaese la percentuale di bambini sovrappeso in età pediatrica supera di circa tre punti percentuali la media Europea, con un tasso di crescita annua che si attesta tra lo 0,5-1%, esattamente come negli Stati Uniti. Secondo i dati diffusi dal Who cosi program i bambini italiani più soggetti a disturbi alimentari hanno tra gli 8 e 9 anni.

In Nord Europa bambini più magri. Al livello europeo, l’obesità e il sovrappeso tra i minori sono più diffusi nei paesi mediterranei (tra il 20% e il 36%) piuttosto che in quelli del nord Europa (10% e 20%). Anche in Italia le differenze geografiche in termini di abitudini alimentari hanno il loro peso: i bambini sovrappeso sono infatti l'8,2% al Nord, il 9,3% al Centro fino al 15,2% del Sud.

La Campania la regione più a rischio. Le regioni merdionali sono di fatto le più colpite: primato alla Campania con un bambino su due sovrappeso. Un genitore su due non conosce i corretti stili alimentari.

L’importanza del contesto sociale. Le cause a monte dell’obesità, al di là della genetica, vanno rintracciate nel contesto socio-economico e familiare dei bambini. Cruciale è quindi lo stile di vita del minore, tanto che numerosi studi hanno evidenziato come l'obesità sia più diffusa  tra bambini che vivono in condizioni “disagiate”. Il dato però più preoccupante riguarda l'influenza dei genitori sull’alimentazione dei minori. Difatti, solo il 44,7% di loro conosce le regole basilari di una corretta alimentazione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA