"Sturm und Drang" la magia di Beethoven nell’incanto di Pitigliano

Domani, sabato 11, lo straordinario scenario di Palazzo Orsini accoglie il racconto-concerto del pianista Vincenzo Balzani

Quinto appuntamento del festival musicale internazionale Morellino Classica 2020. Domani sera alle 21, nella splendida cornice del Vescovado di Palazzo Orsini a Pitigliano, il grande pianista, studioso e didatta Vincenzo Balzani celebra Ludwig van Beethoven nel 250° della nascita, con il racconto-concerto "Sturm und Drang".

Prosegue così la manifestazione diretta da Antonio Bonfilio, in cui la meraviglia della musica si coniuga con la bellezza delle location, il gusto del cibo e del vino, la straordinaria peculiarità di un territorio ricco di storia, cultura e natura.

Vincenzo Balzani è un nome di altissimo spessore nel mondo della musica classica, diplomato in pianoforte al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano sotto la guida di Alberto Mozzati con il massimo dei voti e la lode. Già a 14 anni si era aggiudicato prestigiosi premi in concorsi nazionali e internazionali, facendosi conoscere e apprezzare. Nel 1975, anno del centenario della nascita di Maurice Ravel, ha rappresentato la Rai nella rassegna-concorso all’Ortf di Parigi segnalandosi tra i primi musicisti. Nel corso della carriera ha effettuato tour in tutto il mondo e si è esibito in importantissimi teatri e festival italiani, sia come solista, che con orchestra e in formazioni cameristiche, dal duo al settimino. Ha al suo attivo numerose registrazioni radiotelevisive e incisioni con musiche di Scarlatti, Mozart, Hummel, Beethoven, Chopin. Oggi insegna al conservatorio Verdi, fa parte di giurie in concorsi internazionali, tiene corsi di alto perfezionamento, masterclass e conferenze, in Italia e all’estero. È direttore artistico dei concorsi internazionali "Valsesia Musica" e "Città di Cantù", nonché dei concorsi riservati ai giovani talenti. Dal 2010 è consulente artistico del concorso "Pozzoli" di Seregno. Nel 2009 ha fondato a Milano l’associazione "Pianofriends" di cui è direttore artistico.

Il programma di domani, sabato 11, prevede la Sonata op. 27 n. 2 in do# minore "Al chiaro di luna", la Sonata op. 31 n. 2 in re minore "La tempesta", la Sonata op. 81/a in mi bemolle maggiore "Gli addii", la Sonata op. 57 in fa minore "Appassionata".

E sarà sempre il cortile di Palazzo Orsini a Pitigliano a ospitare anche l’appuntamento successivo del festival, sabato 18 luglio, alle 21, con il settimino diretto da Federico Guglielmo. La prenotazione per i concerti è obbligatoria: 0564 507982 o 349 5380069.