Dal palco di Massa Marittima il teatro “on air” del tutto accessibile anche alle persone disabili

PAOLO SASSANELLI

Gli spettacoli saranno anche on line in diretta tramite la web radio dell'Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza di Bologna

Massa Marittima. A Massa Marittima arriva il Teatro on Air: una rassegna pensata per essere completamente fruibile anche dai cechi, dai disabili, dai malati e dagli anziani e da tutte le persone che per qualche motivo non possono andare fisicamente a teatro.

Nessuna scenografia, nessun abito di scena e nessuna azione: il Teatro on air prevede esclusivamente spettacoli di lettura scenica con la voce come unica e grande protagonista.
Ma l’idea che nasce a Massa Marittima arriva poi in tutta Italia perché gli spettacoli che vanno in scena all’ex convento delle Clarisse di Massa Marittima saranno trasmessi in diretta, e poi recuperabili in streaming, tramite la web radio dell’istituto dei ciechi Francesco Cavazza di Bologna.

Insomma, una stagione molto diversa dalle altre, con un pubblico presente in sala a Massa Marittima e un pubblico lontano che potrà ascoltare la voce degli attori da ogni parte d’Italia.

Il cartellone, che prenderà il via il prossimo 9 febbraio, è ancora in costruzione ma le date ufficializzate presentano nomi importanti del panorama teatrale italiano: Teatro on Air si aprirà con Giuseppe Cederna, che tra le sue interpretazioni più note annovera la parte del soldato Antonio Farina nel film “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores. Caderna porterà in scena “Odisseo il migrante”.

Il 9 marzo Paolo Sassanelli reciterà invece il “Grande inquisitore di Dostoevskij” mentre Ivano Marescotti il 30 marzo sarà sul palco con “L’uomo nell’astuccio” di Anton Cechov.

Infine, il 4 maggio ci sarà “Parole note live” con Giancarlo Cattaneo e Maurizio Rossato di Radio Capital.

Il progetto, realizzato dall’associazione Liber Pater, la stessa che lo scorso anno ha ideato il riuscitissimo festival “Parole e Voci” a Massa Martittima, vede la collaborazione della cooperativa sociale Arcobaleno e il sostegno del Comune di Massa Marittima ed è frutto della collaborazione tra l’unione italiana ciechi e ipovedenti e la lega italiana Lotta alla distrofia muscolare, l’Anmil (associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi) e il Favo (federazione italiana delle associazioni di volontariato in oncologia).

Sulla pagina www.teatro-on-air.com, dove è consultabile il programma, si può anche sostenere l’iniziativa con una donazione.

«Il teatro è un luogo che stimola le persone ad aggregarsi serenamente, a ridere, a commuoversi, a sognare insieme – spiega l’autore e regista Massimiliano Gracili, ideatore della rassegna – e sostenere il progetto Teatro on air significa permettere a molte persone lontane, sparse per l’Italia e che normalmente non hanno accesso ai teatri, di poter fruire e godere gratuitamente degli spettacoli in cartellone grazie ad internet. In più significa contribuire allo sviluppo culturale di un territorio e compiere un atto di generosità a favore della collettività, dei giovani e delle persone meno fortunate».


Il costo del biglietto per ogni singolo spettacolo è di 10 euro e presto verrà reso noto il metodo di acquisto.