Belvedere e Argentario favorite

Il Sorano ha fatto acquisti nel Lazio. Caldana, partenza all’Elba. Massa Valpiana: c’è la Volterrana 

Paolo mASTRACCA

Calendari stilati. Si parte. Prima gara domenica 3 ottobre alle 15,30. Nel girone H di Prima categoria la super favorita è il Belvedere dell’ambizioso presidente Federico Clementini, che dispone di un organico di categoria superiore, dove spicca Leonardo Blanchard. Uno che poche stagioni fa giocava in Serie A con il Frosinone, con cui realizzò anche il gol dello storico pareggio allo Stadium contro la Juventus. Per la squadra allenata da Francesco Ripaldi la stagione è iniziata con il brutto infortunio occorso in allenamento al bomber Pasquale Colato, ragione per cui il presidente Clementini è alla ricerca di un attaccante di valore e non è da escludere un altro colpo a sensazione, ovvero sullo stesso livello di quello che ha portato Blanchard alla corte di mister Ripaldi. L’esordio in campionato del Belvedere sarà in casa, allo stadio Corte degli Ulivi di Roselle contro l’ostica Amiata. Subito un test insidioso per Saloni e compagni, che avranno il primo match di cartello alla quarta giornata, quando il Belvedere sarà ospite dell’Argentario.


La formazione di Porto Santo Stefano può essere considerata l’alternativa più valida al Belvedere, il direttore sportivo, Vittorio Patanè, ha lavorato alacremente per allestire una squadra solida ed equilibrata, che il nuovo allenatore Giorgio Guidi dovrà plasmare dall’alto della sua competenza ed esperienza acquisita in piazze importanti come San Donato, Sant’Andrea e Fonteblanda. L’ultimo ingaggio in ordine di tempo è quello del portiere Nicola Di Roberto, che va a completare un organico forte in ogni reparto. L’esordio in campionato per l’Argentario sarà sul ribollente campo amico del Maracanà Aldo Bussi, contro i senesi del San Miniato. L’Orbetello viaggia sulle ali dell’entusiasmo dopo il ritorno della bandiera Diego Di Chiara. L’ingaggio del bomber Vincenzo Vento e l’arrivo di Rocco Giordano: figlio d’arte, essendo suo padre il mitico Bruno che vinse lo scudetto con il Napoli di Maradona. La formazione lagunare allenata dall’espertissimo Alfredo Carotti vuole volare alto. L’esordio sarà in Val d’Elsa contro il Gracciano. I riflettori sono puntati anche sul Fonteblanda di Nicola Giallini, che si misurerà subito in trasferta contro i senesi del Pianella, una delle squadre più accreditate del girone avendo nelle propria fila anche il forte attaccante David Carone. L’Invictasauro di mister Gabriele Maggio è al debutto in Prima categoria; la squadra può fare affidamento sulle qualità realizzative del forte attaccante Federico Angelini, voluto con determinazione dal diesse Giuliano Dragon. Per la compagine grossetana l’esordio in campionato sarà sull’ostico campo del Torrenieri. Il Sorano viaggia a fari spenti, ma attenzione. Perché il direttore sportivo, Emilio Baldoni, ha pescato con efficacia nel campionato laziale e i biancocelesti potrebbero diventare la sorpresa del campionato. L’esordio sarà con il Ponte d’Arbia. Per il Manciano invece la “prima” sarà rimandata di una settimana: la squadra di Daniele Antolovic osserva subito il turno di riposo.

Nel girone G le due squadre grossetane esordiranno in trasferta, il Caldana all’Elba contro l’Audace e il Massa Valpiana con la Volterrana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA