Titolo tricolore a squadre per Zoe Orsolini

Triathlon: 16 anni, tesserata con una società milanese, si è rifatta dopo che si era piazzata ottava nella prova individuale

Massimo Galletti

Grosseto. C’è anche una grossetana di 16 anni nella squadra della Cus Pro Patria Milano, che si è cucita sulle maglie il titolo tricolore nella staffetta Youth ai campionati italiani organizzati sul lago Le Bandie a Spresiano (Treviso).


È Zoe Orsolini, giovane promessa del triathlon maremmano, tesserata per la società lombarda. Due giorni di gare che hanno visto Zoe prima gareggiare nella prova individuale, chiusa con l’ottava posizione, e poi il giorno dopo conquistare il titolo italiano: «Ho avuto alcuni inconvenienti nella prova in bicicletta. Sono stata costretta a fare tutta la frazione con una scarpa slacciata – spiega Zoe, quando racconta della prova individuale – Nella corsa non ho dato il meglio. Non stavo tanto bene. Mentre nella frazione a nuoto sono andata benissimo. Ma sapevo che potevo rifarmi nella gara della domenica. Nella staffetta mista sono stata la prima a scendere in gara e ho chiuso la prova con il tempo di 22’ 52” che sommato al tempo generale della squadra è stato di 1h 28’21”, che è valso il tricolore».

Un successo tutto grossetano. Orsolini è seguita dal preparatore atletico Gianni Natale, da Marika Romano per il ciclismo e dal Nuoto Grosseto, con Alessandro Varani. «Zoe è del 2005 – spiega Natale – e in prospettiva potrebbe essere molto competitiva anche in atletica, nel mezzo fondo veloce. La sto allenando da circa una anno, insieme a Romano e Varani, perché aveva bisogno di un riferimento in città. Fino all’anno scorso era seguita da un allenatore spagnolo che risiede a Firenze, ma per le sue esigenze aveva bisogno di qualcuno a Grosseto. Abbiamo strutturato questo gruppo di lavoro per seguirla meglio. Peccato per la gara individuale. Zoe era assolutamente da podio, ma tre settimane prima aveva partecipato al triathlon sprint riservato nella categoria juniores, a Caorle per il campionato europeo e per preparare quella gara è stata meno specifica in questa. Per le sue qualità tecniche, ci auguriamo che quanto prima possa arrivare anche il titolo italiano nella prova individuale. È una atleta che può puntare in alto e speriamo che possa vincere anche per le società del nostro territorio». — © RIPRODUZIONE RISERVATA