Palcoscenico Europa per Impredil Follonica Arriva il Montreaux

Ws Cup, alle 18 gli elvetici sono di scena al Capannino L’obiettivo degli azzurri è giocare senza dover inseguire

FOLLONICA. Dopo due anni di Eurolega l’Impredil Follonica torna a giocare in Ws Europe Cup, la competizione diretta erede della coppa Cers.

E lo fa ospitando alle 18 al Capannino gli elvetici del Montreux (arbitri Thomas Ullrich e Thomas Ehlert della federazione tedesca) nel primo turno di quella coppa che nel 2005 gli Immarcabili portarono in riva al golfo interrompendo un digiuno per le formazioni italiane che durava da dodici anni e che si sarebbe poi protratto altre sette edizioni fino al successo nel 2012 del Bassano, l’ultimo di una formazione italiana in una coppa europea. L’urna continentale ha evitato agli azzurri nel primo turno spagnole e portoghesi ma anche quelle sulla carta meno attrezzate come le inglesi e le tedesche, pescando un avversario da non prendere assolutamente sottogamba ma anzi da rispettare fino in fondo visto che è la formazione più titolata del rotellismo elvetico con ben 46 scudetti, 16 coppe svizzere e 5 coppe delle nazioni. I gialloblù si sono affidati ormai da qualche stagione in panchina alla guida tecnica di Mateo de Ramon pescando in Spagna ed in Portogallo i cinque stranieri inseriti a roster (Arnau Bertran, Esteve Pujals, Marc Armero, Ricard Pintado e Tiago Ferreira). Dopo un periodo storico difficile, con un digiuno di successi lungo ben trenta anni dal 1986 al 2017, il Montreux è tornato a cucirsi lo scudetto rossocrociato sul petto proprio nel 2017 e nel 2018 lasciando lo scorso anno il titolo al Diessbach accontentandosi del terzo posto. Dopo quattro giornate della Lna i gialloblù sono secondi con 9 punti grazie a tre vittorie ed una sconfitta ed hanno in Pujals il capocannoniere del torneo (6 centri in quattro gare). Una squadra che appare quindi solida anche se in campo europeo le soddisfazioni non sono state pari a quelle domestiche: dal 2013 ad oggi infatti il Montreux in Europa non ha mai vinto una partita perdendo contro Forte dei Marmi e Vilafranca nell’allora coppa Cers nel 2013 e nel 2015 e raccogliendo sei sconfitte sia nell’Eurolega del 2017-2018 contro Benfica, Barcellona e Forte dei Marmi che lo scorso anno contro Benfica, Noia e Monza. L’Impredil è chiamato ad una gara di sostanza e di carattere, ripartendo dalla reazione messa in mostra nei momenti di difficoltà sia a Correggio che contro il Montebello che a Bassano. L’obiettivo è cercare di giocare finalmente una partita non ad inseguimento. Azzurri ed elvetici si troveranno per la prima volta di fronte in una competizione per club anche se un precedente in assoluto esiste: 20 settembre 1986, gli svizzeri sconfissero il Follonica 3-0 nel torneo di Montreux. —


Michele Nannini