Contenuto riservato agli abbonati

Grosseto: addio a Patrizio Culicchi, morto ieri (venerdì 13) nello scontro alla rotatoria di viale della Repubblica

Inutile la corsa di Pegaso 2 alle Scotte di Siena

GROSSETO. Non ce l’ha fatta lo scooterista rimasto coinvolto nell’incidente stradale che è avvenuto nel pomeriggio di ieri in zona Gorarella.

Patrizio Culicchi aveva 69 anni. Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi e infatti era stato trasportato in codice 3 con l’elisoccorso Pegaso 2 alle Scotte di Siena. È morto circa tre ore dopo, intorno alle 19.


L’incidente è avvenuto alle 16,20 in viale della Repubblica, all’altezza della rotatoria con via Aldi e viale Michelangelo. L’uomo, residente a Grosseto, stava guidando lo scooter quando – secondo le prime ricostruzioni – sarebbe stato tamponato da un’auto. Al volante della macchina una donna di 55 anni, che non avrebbe rispettato la segnaletica stradale andando quindi a colpire il motorino.

La dinamica è ancora in fase di accertamento.

Non sarebbe stata la collisione con l’altro veicolo a risultare fatale per l’uomo, bensì l’impatto con l’asfalto. Culicchi indossava infatti un casco jet (senza la protezione per la mascella) che tuttavia si sarebbe sfilato nella caduta.

L’uomo avrebbe quindi sbattuto violentemente la testa a terra, e questo urto sarebbe stato la causa di un gravissimo trauma cranico, con ogni probabilità la causa della morte.

Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 e i carabinieri per effettuare i rilievi del caso, e una pattuglia della polizia municipale per mettere in sicurezza la carreggiata e regolare il traffico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA