Contenuto riservato agli abbonati

In Comune a Grosseto sono in arrivo 31 assunzioni, altre 37 saranno a tempo determinato

L’ente cerca alte professionalità per accedere ai fondi del Pnrr. Quasi 800mila euro le spese aggiuntive per il personale

GROSSETO. Nel 2022 il Comune assume 31 persone. La giunta comunale di Grosseto ha approvato il Piano triennale dei fabbisogni del personale 2022-2024, il documento che rimodula la dotazione organica dell’ente, in coerenza con gli strumenti di programmazione e nel rispetto dei vincoli finanziari, per un impiego ottimale delle risorse umane della struttura.

Un piano che prevede il conferimento di incarichi professionali per l’attuazione dei progetti legati al Pnrr e al Pinqua (per il quale è già attivo un amministrativo messo a disposizione dalla Regione). Sono previste altre sei alte professionalità grazie al decreto legge 80/2021, che entreranno a tempo determinato per supportare il lavoro degli uffici tecnici nella predisposizione dei progetti legati al Pnrr, fondamentali per attirare i fondi europei in Maremma, per essere all’altezza delle sfide che attendono gli enti locali nell’ambito delle linee strategiche per la ripresa post Covid. Il Pnrr prevede un ampio spettro di investimenti e riforme a favore dei comuni italiani nei seguenti ambiti: tutela e valorizzazione del verde urbano, piano per asili nido e scuole dell’infanzia, sostegno alle persone vulnerabili e con disabilità, senzatetto, progetti urbani integrati. Il Comune di Grosseto, con queste figure d’alta professionalità, intende incrementare la propria capacità progettuale in funzione dei bandi di finanziamento di cui al Pnrr. Per queste assunzioni è prevista una spesa complessiva annua di 226.000 euro, coperta con il capitolo 51090 del bilancio 2022. «Quello che emerge dal documento approvato è in primo luogo un ente estremamente reattivo che ha saputo procedere con grande velocità alla programmazione assunzionale per assecondare al meglio i bisogni dell’amministrazione – dice il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna – In seguito a uno studio approfondito, abbiamo ritenuto opportuno in particolare dotare la struttura di nuove figure direttive ad alta specializzazione, potenziando l’organico in quei settori cruciali per lo sviluppo e la crescita del territorio». Nel Piano triennale verrà potenziata la polizia municipale, con 5 nuovi agenti (e altri due verranno assunti tra il 2023 e il 2024) pronti a entrare nell’organico per garantire ulteriore sicurezza in città, ma è confermata dal 2022 al 2024 la presenza dei vigili stagionali con 15 nuove unità (assunte dal 1° aprile al 30 settembre) per intensificare la presenza della polizia municipale sul territorio tra aprile e settembre, periodo in cui arriva in Maremma un maggior afflusso turistico. Una spesa di 230.000 euro finanziata con i proventi del codice della strada, con copertura sui capitoli 35500/19 e 35500/20. A fronte di una ventina di cessazioni del personale tra il 2021 e il 2022, il Comune di Grosseto effettuerà dalle prossime settimane ben 31 assunzioni (tra questi 10 istruttori amministrativi e 8 istruttori tecnici) che vanno a incrementare la spesa annua di personale di 790.132, 92 euro con un’incidenza sul bilancio 2022 pari a 632.146, 69 euro che trova copertura sul capitolo 51090 del bilancio 2021/2023.


Prevista una serie di assunzioni flessibili, che andranno a rinforzare lo staff del sindaco, gli asili nido e dell’infanzia con un insegnante di religione. Sono stati previsti fondi per la direzione del museo archeologico e della Maremma (38.108,19 euro) e otto tirocini, due per staff del sindaco e sei per il settore sviluppo infrastrutturale. «L’approvazione del Piano 2022-2024 – chiude il sindaco – si inserisce in un meccanismo già oliato grazie alla rapidità con la quale sono stati svolti gli ultimi concorsi, con nuovo personale in sostituzione dei pensionamenti: un ricambio generazionale importante nell’ambito della nuova macro-organizzazione che ridisegna la struttura amministrativa per semplificare i processi all’interno dell’ente e garantire massima efficienza a cittadini, imprese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA