Servizio civile universale: nel Grossetano 90 posti per fare del bene lavorando

Ragazzi del servizio civile a Festambiente

Al fianco di anziani o malati, ma anche per la cultura e l’ambiente: un anno di servizio, compensato con 444 euro al mese  

GROSSETO. Insegnare agli anziani come si usa lo smartphone, con la Cna, o assistere persone con sclerosi multipla a riaffacciarsi alla vita sociale dopo la pandemia, con l’Aism. Occuparsi della donazione del sangue con l’Avis o sistemare gli archivi di una biblioteca con l’Anci. Prendersi cura di malati terminali con Anpas o dedicarsi a progetti di salvaguardia dell’ambiente con Festambiente.

Ci sono 42 progetti di servizio civile universale pronti a partire in provincia di Grosseto per 90 posti, il triplo rispetto all’anno scorso. E sono arrivate già 58 domande.


Dall’Amiata alla costa, dalle colline al capoluogo, sono 13 le associazioni in vari settori che, nel Grossetano, offrono 12 mesi di esperienze di volontariato rimborsato – come è il servizio civile universale – sotto l’egida del dipartimento per le Politiche giovanili e il servizio civile universale del governo.

Come candidarsi

Per candidarsi c’è tempo fino alle ore 14 del 26 gennaio. La domanda si inoltra dalla piattaforma https://domandaonline.serviziocivile.it/ alla quale si accede con lo Spid. Sul sito www.politichegiovanili.gov.it è invece pubblicato l’elenco di tutti i progetti (tabella a destra). Alla domanda vanno allegati la fotocopia di un valido documento di identità personale, la dichiarazione dei titoli posseduti o curriculum vitae sotto forma di autocertificazione; l’informativa “Privacy”, redatta ai sensi del Regolamento Ue 679/2016.

Chi può candidarsi

Per fare il servizio civile, al momento della candidatura bisogna avere un’età compresa tra 18 e 28 anni (non aver compiuto 29 anni), avere cittadinanza italiana oppure di uno Stato dell’Unione europea ma risiedere in Italia. Non bisogna aver avuto condanne. Sono esclusi gli appartenenti alle forze di polizia e ai corpi militari, chi ha già fatto il servizio civile nazionale e chi lo ha interrotto prima della scadenza naturale. Inoltre non può fare domanda chi ha un rapporto di lavoro con l’ente che propone il progetto. Possono invece accedere al servizio civile coloro che svolgono altre attività.

Durata

Il servizio civile dura 12 mesi, ma per alcuni progetti sperimentali la durata può essere ridotta a un minimo di 8 mesi. Tra le novità introdotte dallo scoppio della pandemia da Covid c’è l’obbligo, per alcuni progetti (ad esempio assistenza in residenze per anziani, servizio in strutture sanitarie), di sottoporsi a vaccinazione anti Covid-19. E sempre a causa della pandemia, al momento della valutazione dei candidati – che viene svolta dall’ente che presenta il progetto – il colloquio può essere fatto anche on line.

I progetti prevedono un orario di servizio di 25 ore settimanali o un monte ore annuo che varia, in maniera commisurata, tra le 1.145 ore per i progetti di 12 mesi e le 765 ore per i progetti di 8 mesi. L’orario di servizio viene stabilito dall’ente in relazione alla natura del progetto ed è indicato nel progetto.

Compenso

Ai volontari spetta un compenso di 14,81 euro netti giornalieri, per un totale 444,30 euro netti mensili.



© RIPRODUZIONE RISERVATA