Connessione Internet più veloce nelle scuole e negli uffici comunali

massa marittima. Ha preso il via il progetto dell’Unione di Comuni Colline Metallifere per il miglioramento della connettività degli immobili pubblici dell’ente, dei Comuni di Massa Marittima, Monterotondo Marittimo, Montieri e Roccastrada e delle scuole ospitate negli edifici di proprietà comunale. L’obiettivo è garantire internet più veloce e sicuro per tutti questi edifici pubblici attraverso il potenziamento della rete Lan. Anche gli edifici del Comune di Roccastrada entrano a far parte della rete dell’Unione.

Per tale finalità l’Unione, per conto dei Comuni membri, ha ottenuto dalla Regione Toscana un contributo complessivo di 40.536 euro. Tali risorse, spiega ancora l’Unione, serviranno insieme a fondi messi a disposizione dall’Unione e dai comuni membri all’acquisto e all’istallazione delle strumentazioni informatiche necessarie al potenziamento della rete. La spesa totale prevista è di 66 mila euro.


Il progetto permetterà all’Unione, ai Comuni di Massa Marittima, Monterotondo Marittimo, Montieri e Roccastrada e ai plessi scolastici degli istituti comprensivi presenti nei territori di questi comuni di avere a disposizione anche un nuovo sistema integrato di telefonia Voip.

Tutte queste novità permetteranno di raggiungere un duplice risultato. Garantiranno un risparmio economico notevole. La spesa per la connettività e per la telefonia scenderà del 50% circa rispetto a quanto pagato precedentemente. Questo risparmio sarà maggiormente significativo per il Comune di Roccastrada che finora aveva un sistema autonomo e non aveva potuto fruire dei benefici tecnici ed economici del sistema integrato già in uso precedentemente dall’Unione e dagli altri tre Comuni. L’arrivo del nuovo sistema Kalliope Public Cloud fornito dalla società Cis Intelligent System srl garantisce anche novità importanti in termini di innovazione con il potenziamento della rete di connettività e l’attivazione di un nuovo centralino VOIP con caratteristiche avanzate dal punto di vista tecnologico, l’uso del cloud, 250 utenze attive per i servizi dei cinque enti e delle scuole.

Un ulteriore risparmio è legato al riutilizzo pressoché totale degli apparecchi già in uso negli enti. Tali strumentazioni sono state ritenute compatibili con il funzionamento del nuovo sistema. Si è, dunque, dovuto acquistare un numero limitato di nuovi apparecchi per sostituire quelli non funzionanti e per integrare la dotazione dove necessario.