Contenuto riservato agli abbonati

Cappotta con l’auto: 25enne sbalzato fuori dal finestrino, lotta tra la vita e la morte

Grosseto: scontro tra due macchine lungo la strada delle Collacchie. Kia fuori controllo per 80 metri. Tre feriti: uno alle Scotte

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Lotta tra la vita e la morte un 25enne di Caserta che ieri mattina poco dopo le 9 è rimasto coinvolto in un incidente stradale lungo la provinciale 158 delle Collacchie, al chilometro 33, davanti all’ingresso del campeggio le Marze.

Il giovane viaggiava a bordo della Kia nel posto del passeggero. Alla guida della vettura c’era un suo amico di 21 anni che ha riportato contusioni, anche lui di Caserta.


L’incidente ha visto coinvolta anche un’altra macchina – una Mitsubishi in cui viaggiava un castiglionese di 42 anni – che era stata centrata innescando una brutta carambola. La dinamica è in corso di accertamento da parte della polizia municipale di Grosseto, reparto polizia stradale, arrivata sul posto insieme ai colleghi di Castiglione della Pescaia che poi hanno bloccato il traffico per alcune ore per rimuovere i mezzi dopo i rilievi.

In base a una prima ricostruzione, sembra che la Mitsubishi con al volante il 42enne, residente in una frazione del comune di Castiglione della Pescaia, fosse impegnata a svoltare a sinistra per entrare proprio all’interno del camping le Marze. Alle sue spalle, provenendo sempre da Castiglione in direzione Grosseto sul lungo rettilineo, è piombata la Kia con i due giovani occupanti.

Impossibile a quel punto evitare il contatto.

La piccola utilitaria ha impattato sull’avantreno sinistro della Mitsubishi, che poi è avanzata ben oltre l’incrocio addirittura senza una ruota, finendo a ridosso della fossetta laterale.

La Kia, invece, ha iniziato a cappottarsi nel bel mezzo della provinciale, tanto che i pezzi della macchina erano sparsi ovunque. Per oltre ottanta metri la piccola auto è rimasta senza controllo, con i due occupanti scossi dentro l’abitacolo: purtroppo il passeggero, forse direttamente dal parabrezza anteriore che è andato in frantumi, è stato sbalzato fuori dall’abitacolo finendo in mezzo alla pineta.

Il guidatore invece è rimato al suo posto, con la macchina anch’essa finita poi dentro la pineta a ridosso di un grande pino.

Il primo a soccorrere gli occupanti della Kia è stato il castiglionese, seppur claudicante. È scattata poi la chiamata ai soccorsi con l’arrivo di un paio di autoambulanze del 118.

Vista la gravità di un ferito – appunto il passeggero della Kia – è stato chiesto l’intervento dell’elisoccorso Pegaso, che è atterrato in uno slargo proprio di fronte all’entrata del camping.

I medici hanno trasferito il 25enne in codice 3 alle Scotte di Siena, dove è tuttora ricoverato appunto in gravi condizioni; mentre il 21enne e il 42enne di Castiglione, in codice 2 (non grave), sono stati portati all’ospedale Misericordia di Grosseto e tenuti in osservazione. Nella zona stavano lavorando alcuni operai, che hanno visto in parte la scena.

Come detto è stata fatale probabilmente l’alta velocità della Kia, anche perché ormai da anni proprio l’ingresso del camping le Marze è ampiamente segnalato, e per ovviare anche al traffico estivo è stato realizzato un sottopasso per andare alla spiaggia che dista solo qualche decina di metri.

Probabilmente, però, il guidatore della Kia non si è accorto che la Mitsubishi stava svoltando a sinistra, praticamente ferma al centro della carreggiata, e ha raggiunto il punto dell’impatto dopo aver percorso il lunghissimo rettilineo della provinciale delle Collacchie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA