Scansano, casa a fuoco: due donne salvate dai carabinieri che spengono le fiamme

I danni causati dall'incendio nell'abitazione di Scansano

L’ingresso della casa, all’arrivo dei militari, era completamente invaso da fumo nero: nella cucina i militari hanno notato che sopra il contatore elettrico c'erano dei fili che, per un verosimile cortocircuito, erano in fiamme

SCANSANO. Sono intervenuti evitando che le fiamme si propagassero e mettessero a repentaglio la vita di due donne. Un'anziana e la sua badante. Il gesto eroico è dei carabinieri di Scansano. Il fatto è avvenuto nelle prime ore della mattina di lunedì 6 dicembre. I militari hanno spento l'incendio con l’estintore dell’auto di servizio. Allertata dalla centrale operativa di Grosseto, una pattuglia della stazione di Scansano è intervenuta in un'abitazione, dove era stato segnalato un principio di incendio. I militari giunti sul posto hanno visto subito la cinquantenne che aveva dato l'allarme, che si trovava nell’appartamento dove lavora in qualità di badante a un’anziana. La signora ha riferito ai militari di aver visto, entrando nella cucina della casa, una fiammata provenire dal contatore dell’energia elettrica, e contestualmente un forte odore di bruciato. L’ingresso della casa, all’arrivo dei militari, era completamente invaso da fumo nero: nella cucina i militari hanno notato che sopra il contatore elettrico c'erano dei fili che, per un verosimile cortocircuito, erano in fiamme.

Visto che i vigili del fuoco, già attivati per l’esigenza, erano in arrivo ma non ancora sul posto, i militari sono entrate nella cucina, provvedendo prima di tutto a chiudere le bombole di gas, attaccate ai fuochi della cucina, per scongiurare pericoli. Poi hanno spento le fiamme che si erano sprigionate dal contatore, che nel frattempo lambivano delle travi in legno del soffitto. I carabinieri hanno agito utilizzando un estintore a polvere installato nella vettura di servizio. Pochi minuti dopo è arrivata un'ambulanza della Misericordia di Scansano, che ha visitato l’anziana assistita, poi trasportata all’ospedale di Grosseto per accertamenti. La donna, assistita anche dai servizi sociali, non è apparsa in condizioni particolarmente gravi. I vigili del fuoco di Grosseto, quindi, dopo aver messo in sicurezza l’abitazione, hanno confermato che l’incendio è stato provocato da un cortocircuito. L’abitazione, rimasta agibile, necessita comunque del ripristino dell’impianto elettrico, da cui è scaturito l’incendio.