Follonica e la fuga di gas in centro: lo spavento, l'evacuazione e l'intervento dei tecnici specializzati

Zona piazza Vittorio Veneto: i lavori per individuare e risolvere la fuga di gas nella mattina di mercoledì 24 novembre (FotoGiorgio)

Traffico bloccato, gente in strada e vigili del fuoco al lavoro per cercare di riportare la situazione alla normalità. Poi, finalmente, il sospiro di sollievo

FOLLONICA. I primi ad accorgersi che qualcosa non andava sono stati i dipendenti della Banca di credito cooperativo di Castagneto Carducci, in piazza Vittorio Veneto. «C’era un forte odore di gas, era impossibile rimanere all’interno della filiale» spiega uno dei bancari. Che assieme ai clienti e agli altri avventori degli esercizi commerciali vicini sono stati costretti a lasciare i locali a causa di una fuga di gas che attorno alle 10 della mattina di mercoledì 24 novembre ha paralizzato il centro di Follonica.

LA CAUSA DELL'INCIDENTE

A causare l’incidente è stato un piccolo escavatore utilizzato in questi giorni dalla ditta incaricata di installare la fibra ottica in città. Il mezzo era impegnato in via Bicocchi all’altezza della yogurteria proprio di fronte alla piazza e nelle operazioni di scavo in maniera accidentale ha intaccato la conduttura del gas, una delle più vecchie del territorio urbano follonichese, andando quindi a danneggiare uno degli allacci ma senza toccare la rete principale. Subito sono stati allertati i soccorsi e in pochi minuti una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Follonica è giunta sul posto per i primi interventi di prevenzione e di messa in sicurezza in attesa dell’arrivo della ditta specializzata.

EVACUAZIONE E TRAFFICO BLOCCATO

Assieme ai pompieri sul posto sono arrivati anche gli agenti della polizia municipale che hanno provveduto a recintare l’area e a interdire il passaggio delle persone oltre che a bloccare e deviare il traffico; le auto provenienti da sud sono state incanalate in via Roma all’altezza del palazzo municipale, chiusa anche via Norma Pratelli all’incrocio con via Bicocchi. Anche il transito a piedi è stato interdetto in tutta la piazza e nelle vie che si affacciano sul punto della fuga. Numerose le persone che sono state costrette a percorrere vie alternative o ad attendere ai margini della zona di sicurezza ben lontani dai mezzi di intervento. Per bloccare la fuga di gas si è reso però necessario l’arrivo di una squadra della Toniolo, azienda che si occupa della gestione tecnica e manutenzione del gasdotto per conto della Gergas, la società che gestisce il servizio di distribuzione gas e dei servizi energetici nei territori.

Vigili del fuoco al lavoro nel centro di Follonica, nella mattina di mercoledì 24 novembre (FotoGiorgio)

L'INTERVENTO

I tecnici hanno messo un tampone e un otturatore per eliminare la dispersione e bloccare quindi la fuoriuscita di gas, fortunatamente il danno è stato individuato e sistemato in maniera celere e attorno alle 11,30 di mercoledì 24 novembre la fuga è stata bloccata, permettendo poco dopo per lo meno la riapertura degli esercizi commerciali che si affacciano sulla piazza. I lavori di sistemazione dell’area si sono invece prolungati anche dopo la fine dell’emergenza per dare modo alla squadra intervenuta di completare la riparazione e la messa in sicurezza della conduttura oltre che il ripristino delle condizioni di normale viabilità. Il transito delle auto e dei mezzi è ripreso poco prima di pranzo, ma solamente in una delle due corsie a senso unico in direzione nord nel tratto interessato dalla fuga di gas per permettere sia il regolare flusso dei veicoli sia il completamento dei lavori necessari alle riparazioni; in dettaglio la squadra di intervento ha provveduto alla sostituzione dell’intero pezzo danneggiato con le operazioni che si sono protratte per il resto della giornata.