Follonica, aggredirono a sangue due ragazzini: non potranno entrare in centro per un anno

Piazza XXV Aprile a Follonica: qui è avvenuta l'aggressione (FotoGiorgio)

Uno dei due era già stato colpito dal "Daspo Willy": l'altro è stato individuato e punito con lo stesso provvedimento

FOLLONICA. Spaccarono la faccia a un ragazzino in vacanza a Follonica, picchiando anche il suo amico. Tutti e due gli aggressori non potranno avvicinarsi al centro della città del golfo. Il questore di Grosseto, giovedì 25 novembre, ha emesso un nuovo provvedimento di Daspo “Willy” nei confronti di un minore, per i fatti avvenuti nel mese di agosto a Follonica, dopo quello emesso il 17 novembre. Nella tarda serata del 5 agosto 2021, in piazza XXV Aprile, luogo frequentato e noto per la "movida" notturna, con numerosi locali pubblici, due giovani turisti fiorentini, sono stati vittime di una brutale aggressione a colpi di casco, perpetrata da un gruppo di ragazzi.

I due giovani, mentre erano intenti a chiacchierare tra di loro nelle adiacenze di un locale, venivano avvicinati con una banale scusa da alcuni ragazzi di età compresa tra 15/18 anni e aggrediti a colpi di casco sul viso. Le due vittime, nel tentativo di sottrarsi alla vile aggressione, cercavano riparo all'interno di alcuni esercizi pubblici della zona dove, grazie anche all'aiuto di alcuni passanti che avevano assistito alla scena, venivano salvati dagli aggressori che incuranti dei presenti tentavano di colpire nuovamente i due poveri sventurati; successivamente accompagnati all'ospedale "Misericordia" di Grosseto per accertamenti medici, venivano diagnosticati un "trauma cranico-facciale da percosse con prescrizione di visita oculistica (7 giorni di prognosi) e "percosse" con prescrizione di valutazione maxillofacciale (5 giorni di prognosi).

I carabinieri di Follonica, al termine delle indagini effettuate hanno fatto pervenire, al questore di Grosseto, una dettagliata relazione sulla base della quale ha emesso un provvedimento di Daspo "Willy" che vieta al minore che ha partecipato all'aggressione, l'accesso e lo stazionamento nei pressi degli esercizi commerciali di Follonica dove si sono svolti i fatti, per il periodo di un anno.

 

La denominazione Daspo “Willy" prende il nome dal caso di Willy Monteiro Duarte, vittima di un pestaggio mortale avvenuto a Colleferro (Roma) nella notte tra il 6 e 7 settembre 2020. A seguito di tale fatto il consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge n. 130/2020, con il quale è stato introdotto tale strumento sanzionatori.