Manciano, persa nei boschi e stremata dal freddo: ecco come è stata salvata

La chiamata ai carabinieri, le coordinate Gps, la ricerca nella macchia con le torce: la ricostruzione dell'Arma

MANCIANO. Emergono nuovi dettagli sul salvataggio della donna che, nei giorni scorsi, si è persa nei boschi vicino a Marsiliana, nel comune di Manciano (clicca qui per leggere l'articolo del Tirreno).

La donna ha 55 anni e vive ad Orbetello insieme al marito. Aveva scelto di trascorrere qualche ora nella natura, in cerca di funghi, in una zona boschiva nel comune di Manciano.

Dopo alcune ore di passeggiata, iniziata nelle prime ore del pomeriggio, la donna, nel fare rientro alla vettura che aveva lasciato in sosta ai lati della strada, ha perso l’orientamento. Era tardo pomeriggio, e il calare del sole aveva contribuito a confondere la donna, che ben conosceva quei sentieri.

La signora, allarmata dal disorientamento, ha iniziato quindi a vagare per i boschi, sicura di riuscire a uscirne, e addentrandosi invece sempre più fino a perdere definitivamente la strada.

In un attimo di lucidità ha contattato il compagno, spiegandogli la situazione e chiedendo aiuto. L’uomo ha chiamato il 112 che lo ha messo in contatto con la centrale operativa dei carabinieri di Pitigliano. Agli operatori il marito ha riferito la situazione in cui si trovava la compagna: sola nel bosco, al buio e con la temperatura che iniziava ad abbassarsi.

I carabinieri hanno così avviato immediatamente le operazioni di ricerca, mettendosi inoltre in contatto con la signora, raggiungendola telefonicamente. Oltre a rassicurarla, le hanno detto di fermarsi e non procedere oltre, in modo da evitare di rendere inutili o poco efficaci le ricerche.

La signora, confortata dall’operatore dell’Arma, si è quindi calmata, fermandosi in un punto in cui la ricezione del telefono cellulare era sufficiente, riuscendo così a inviare ai militari la sua posizione tramite il telefono.

Sfruttando il dato fornito, i militari hanno raggiunto la località suggerita dalle coordinate gps, fino al delimitare della strada, nello specifico la regionale 74 Maremmana nel comune di Manciano, da cui poi è stato necessario procedere a piedi, addentrandosi nella boscaglia con delle torce.

Le ricerche hanno infine avuto l’esito sperato: un carabiniere è riuscito poco dopo a raggiungere la donna, infreddolita e spaventata, la quale è stata poi aiutata a uscire dalla macchia, sorretta anche fisicamente dal militare attesa la stanchezza e lo spavento.

Fuori dal bosco, ad attenderla vi era il compagno ma anche personale medico del 118, con un'ambulanza della Misericordia di Manciano, che ha subito visitato la signora.

Fortunatamente la signora non aveva riportato alcuna lesione, era solo molto spaventata ma grata dell’intervento dei carabinieri, che in breve tempo dalla chiamata erano riusciti a raggiungerla e a trarla in salvo.