Scansano: litiga con i familiari, poi scende in strada e danneggia auto e scooter

I carabinieri hanno individuato e denunciato il responsabile dei danneggiamenti (Foto d'archivio)

Dopo una lite avvenuta all’interno dell’abitazione, preso dall’ira, il giovane se l'è presa coi mezzi in sosta

SCANSANO. Litiga con i familiari, poi scende in strada e danneggia i mezzi in sosta. I carabinieri lo hanno trovato e denunciato. I militari di Scansano al termine degli accertamenti scaturiti da una lite in famiglia, hanno denunciato in stato di libertà un cittadino marocchino di 23 anni, individuato quale responsabile di reati di danneggiamento e porto di oggetti atti a offendere. Il soggetto, che lavora come addetto in un esercizio di ristorazione, è già gravato da precedenti di polizia e sottoposto ad avviso orale. I fatti a lui contestati sono accaduti circa un mese fa, a Scansano, quando nel corso di una lite con i suoi familiari avvenuta all’interno dell’abitazione, preso dall’ira, il giovane sarebbe sceso in strada, e senza alcun motivo che potesse dare un senso al gesto, avrebbe forato gli pneumatici a tre autovetture e a un motociclo, che si trovavano parcheggiati per strada. Nello specifico, l’uomo avrebbe usato uno strumento appuntito, danneggiando i quattro mezzi – di proprietà di soggetti terzi ed estranei alle vicende familiari del responsabile - che per puro caso si trovavano in sosta nei pressi della sua abitazione.

Durante le indagini, sono stati escussi vari testimoni ai fatti, nonché acquisite le immagini registrate da impianti privati, che sono state acquisite dai carabinieri, e che hanno consentito di individuare il magrebino, identificandolo compiutamente.