Tamponi antigenici per il Green pass: le farmacie dove farli

Un tampone per rilevare il Sars-Cov2 (foto Sestini)

La prefettura rende note le 36 farmacie dove effettuare il test per ottenere la certificazione verde per 48 ore

GROSSETO. La prefettura di Grosseto rende note le farmacie e i laboratori in cui, in provincia di Grosseto, è possibile sottoporsi al tampone nasofaringeo antigenico per verificare la presenza dell’infezione da virus Sars-Cov2, tampone valido per ottenere il Green pass da 48 ore.

 

Arcidosso

Farmacia Ugurgurgieri snc Arcidosso, piazza Indipendenza 8

 

Campagnatico

Farmacia Macchi, piazza IV novembre 15

 

Castel del Piano

Farmacia Ginanneschi, Via Dante Alighieri 4

 

Castiglione della Pescaia

Farmacia comunale via Ansedonia 47

Farmacia Falchetti, via Vittorio Veneto 30

 

Civitella Paganico

Farmacia Scaloncini snc, corso Fagarè 43, Paganico

 

Follonica

Farmacia Salus, via della Repubblica 67

Farmacia Moccia, via Petrarca 1

Farmacia comunale 1, via Litoranea 89

 

Grosseto

Farmacia La Rugginosa, via Aurelia nord 217

Farmacia Mencarelli via Bengasi 2

Farmacia AS Pharma, ex San Giuseppe, via Fabio Massimo 33.

Farmacia Severi, piazza Dante

Farmacia Severi, via Roma 74

Farmacia Mercanti, via Aurelia Antica 46

Farmacia San Lorenzo, via Civitella Paganico 5

Farmacia Marchese, via Scansanese 440

Farmacia Billi, Corso Carducci 87

Farmacia comunale 2, via De Nicola 22

Farmacia comunale 3, via dei Mille 49

Farmacia Zuccheri, viale XXIV maggio 72/F, Marina di Grosseto

Farmacia Santa Lucia, via Scansanese 635, Istia d’Ombrone

Isola del Giglio

Farmacia Isola del Giglio Apotek srl, via Provinciale, 2

 

Magliano in Toscana

Farmacia Pharma via Garibaldi 2

Farmacia Berti, piazza Cappellini 4, Montiano

 

Manciano

Farmacia Tretti, via Marsala 30

 

Massa Marittima

Farmacia Comunale, viale Martiri della Niccioleta 126

Farmacia Panni, via del Cancellone 2, Valpiana

 

Monte Argentario

Farmacia Santo Stefano dottori Mori, Lungomare dei Navigatori 48, Porto Santo Stefano

Farmacia Palermo, viale Barellai 48, Porto Santo Stefano

Farmacia San Erasmo viale Caravaggio 105, Porto Ercole

 

Orbetello

Farmacia San Biagio, via Adriano Cecioni 32, Orbetello Scalo

Farmacia Santa Maria, via del Lavoro 10, Rispescia

 

Roccastrada

Farmacia Ederiferi snc, via della Libertà 3, Ribolla

 

Scarlino

Farmacia Petitto, via Aurelia 20, Scarlino Scalo

 

Sorano

Antica farmacia di Sorano, via del Portico 1

 

Ieri, 14 ottobre, si è riunito in Prefettura il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, nel cui ordine del giorno rilievo centrale ha assunto il tema dell’obbligo di possesso e di esibizione della certificazione verde Covid-19, il Green pass, nei luoghi di lavoro pubblici e privati.

Per la tematica in trattazione, l’incontro non si è limitato alla partecipazione dei componenti necessari e di diritto dell’organismo - costituiti dai rappresentanti provinciali delle forze dell’ordine, dell’amministrazione provinciale e del Comune di Grosseto, ma si è esteso fino a includere diversi rappresentanti istituzionali (ispettorato territoriale del lavoro, nucleo carabinieri ispettorato del lavoro, azienda Usl - Prevenzione, igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro e dipartimento Politiche del farmaco e Attività farmaceutiche), di ordini professionali e associazioni di categoria (Ordine nazionale biologi, Assofarm, Federfarma) nonché del soggetto gestore del trasporto pubblico locale, Tiemme spa.

La prefetta, Paola Berardino, nel ringraziare tutti gli intervenuti per l’ampia adesione assicurata, ha chiarito le ragioni sottostanti alla convocazione in Prefettura: l’esigenza di un esame preventivo, condiviso tra tutti gli interlocutori interessati, del possibile impatto in ambito territoriale dell’obbligo di possesso e di esibizione della certificazione verde. In particolare l’incontro è stato finalizzato, da un lato, a comprendere, sul piano dei competenti servizi istituzionali e professionali di settore (farmacie, laboratori e punti vaccinali), la risposta territoriale a un eventuale incremento di accesso e fruizione dei servizi stessi da parte di utenza interessata a regolarizzarsi rispetto all’obbligo indicato; dall’altro, invece, sono state rivolte ulteriori, mirate sensibilizzazioni al gestore dei trasporti pubblici locali in considerazione delle ricadute dell’obbligo di Green pass nel delicato settore della mobilità.