Sticciano, vanno a caccia e trovano le bombe a mano

Una delle bombe ritrovate nel bosco di Sticciano

Gli ordigni sono stati messi in sicurezza dal personale addetto: grande stupore per i cacciatori e i cercatori di funghi autori della scoperta

STICCIANO. Vanno a caccia o a funghi e trovano bombe. Tre granate in tre mesi sono state scoperte da chi ha percorso la macchia nella zona di Sticciano, territorio di grande bellezza e paradiso di animali selvatici, cucchi e porcini.

L’ultimo caso è capitato circa dieci giorni fa. Alcuni cacciatori hanno scoperto due bombe a mano seminascoste nella macchia, all’interno di una proprietà privata. Andati in cerca di prede, le doppiette hanno trovato i due ordigni adagiati sotto al fogliame a poca distanza l’uno dall’altro. Prima ancora (circa tre mesi fa) era stata trovata un’altra bomba a mano, sempre a Sticciano, in quel caso affiorata grazie all’occhio attento di fungaioli che spostavano frasche e foglie per portarsi a casa i prelibati miceti. Sono stati dunque tre, in tutto, gli ordigni scoperti e successivamente disinnescati. Tutto è andato a buon fine.

Lunedì 20 settembre è avvenuta l’ultima operazione in ordine di tempo, in località Fals’acqua, che ha visto attivarsi Prefettura, comando provinciale dei carabinieri, Comune. «Pur essendo territorio isolato, in previsione della giornata di caccia di domenica è stata chiusa e segnalata con nastro e cartelli la zona boschiva interessata privata che conduce alla bomba, avvisando i proprietari», ha spiegato il sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola. A far brillare gli esplosivi ha pensato il Genio pionieri dell’Esercito italiano di stanza a Piacenza. Si è trattato di ordigni "modello ananas" di fabbricazione statunitensi e risalenti al secondo conflitto mondiale. La granata Mk2 è una bomba a mano chiamata anche pineapple ("ananas") perché la sua forma ricorda quella del frutto. Era la bomba a mano d’ordinanza usata dall’Us Army e dall’Us Marine Corps a partire dall’ultimo conflitto mondiale. Adoperata sia sul fronte europeo che su quello del pacifico. Fino a Sticciano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA