Contenuto riservato agli abbonati

Cala Violina, la spiaggia torna ad accesso libero. Stop alle prenotazioni

Cala Violina (foto Carlo Bonazza)

Si è chiusa  la gestione ad accesso controllato della spiaggia di Cala Violina, voluta dal Comune di Scarlino per limitare le presenze nella meravigliosa area balneare. Ecco che cosa rimane in vigore

SCARLINO. Si è chiusa il 15 settembre, la gestione ad accesso controllato della spiaggia di Cala Violina, voluta dal Comune di Scarlino per limitare le presenze nella meravigliosa area balneare, mentre rimane in vigore l’obbligo di prenotazione e acquisto del posto auto. Non servirà più quindi procedere con la prenotazione per accedere alla spiaggia, che torna completamente libera. Per l’ingresso negli stalli di parcheggio di Val Martina rimane invece obbligatorio il ricorso al sito www.calaviolinascarlino.it sul quale sarà possibile procedere alla prenotazione e al pagamento del biglietto: dieci euro il costo per l’auto, quindici euro quello per i camper.

Il progetto era iniziato il primo giugno ed è andato avanti per tutta la stagione estiva, la gestione così informatizzata ha portato a una riduzione massiccia dell’abbandono dei rifiuti e dei campeggi notturni sulla spiaggia. Il sistema operativo per le prenotazioni invece, come confermato anche dall’amministrazione scarlinese, ha mostrato delle carenze che dovranno essere risolte nelle prossime stagioni balneari per permettere ai turisti e ai cittadini di effettuare le operazioni in modo rapido e senza intoppi. Nessuna retromarcia invece per quanto riguarda la continuazione del percorso iniziato: secondo il Comune i risultati confermano la bontà del nuovo modello di gestione volto principalmente alla tutela ambientale.

Nel periodo di funzionamento completo del sistema di prenotazione sia il parcheggio che la spiaggia hanno sempre fatto registrare praticamente il tutto esaurito, ovvero 700 accessi al giorno sul litorale e 200 mezzi nel parcheggio, comunque un numero decisamente inferiore rispetto alle frequentazioni degli anni passati quando si è raggiunto e spesso superato le 90mila presenze sul litorale a fronte delle circa 63mila del 2021. «Fin dalle prossime settimane inizieremo a lavorare per migliorare le procedure e i servizi e programmare il 2022», conferma l’assessora al turismo Silvia Travison. «Come già più volte detto vogliamo continuare sulla strada scelta quest’anno e che ci ha spinto a modificare la gestione della cala a favore della la tutela ambientale. Previsto anche il miglioramento dell’accesso alla spiaggia per le persone con disabilità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA