Contenuto riservato agli abbonati

Studentessa positiva dopo l'esame di riparazione: in dieci in quarantena a Massa Marittima

A Massa Marittima il Covid è tornato tra i banchi di scuola (Foto d'archivio)

La preside dell'istituto: «La situazione è sotto controllo, la ragazza sta bene e i docenti sono vaccinati»

MASSA MARITTIMA. Dieci persone in quarantena dopo gli esami di riparazione alla scuola superiore "Bernardino Lotti" di Massa Marittima. I peggiori incubi di dirigenti, docenti, ragazzi e famiglie si sono materializzati tre settimane prima dell’anno scolastico, esattamente il 23 agosto, giorno di inizio degli esami di riparazione per gli studenti che sono stati promossi con riserva, tra i quali una ragazza poi risultata positiva al Covid.

«Si tratta di alcuni insegnanti, tutti vaccinati, e i pochi studenti che sono stati in contatto con una studentessa che ha avuto il coronavirus senza complicazioni. In tutto, una decina di persone», spiega la dirigente scolastica, Marta Bartolini. «Studenti e insegnanti in quarantena sono in numero limitato, dato che gli esami si sono svolti a orari scaglionati. La situazione, comunque, è sotto controllo e il primo settembre finisce per tutti il periodo di isolamento», aggiunge la preside.

Certo è che in mezzo alle polemiche - tra Green pass Sì e Green pass No a scuola -, sull’utilità di controllare gli insegnanti ma non alunni e studenti, sulle classi pollaio e sull’organizzazione dei trasporti scolastici, se le premesse sono queste, non c’è da stare tranquilli. Intanto continua senza sosta l’attività di vaccinazione da parte della Asl, lunedì 30 agosto per la prima volta senza obbligo di prenotazione per tutte le fasce di età. Alle 17 di lunedì 30, secondo il dato comunicato dall’azienda, nei cinque centri vaccinali della provincia si erano presentate 174 persone non prenotate, delle quali undici al granaio lorenese di Spergolaia a Rispescia, 60 alla sede del Savoia Cavalleria, a Grosseto, 22 alla discoteca Kronos di Castel del Piano, altrettanti al ristorante Attimi di Albinia, infine 59 alla ex Fonderia Leopolda a Follonica. La vaccinazione ad accesso diretto, che prevede comunque la precedenza per chi ha già l’appuntamento, prosegue fino al 5 settembre. Tutti i centri sono operativi dalle 14 alle 20, con apertura serale dalle 20 alle 22, mercoledì e sabato al ristorante Attimi di Albinia; alla discoteca Kronos a Castel del Piano, il centro resta chiuso venerdì 3 settembre; l’Hub di Spergolaia fa vaccinazione serale, sempre dalle 20 alle 22, giovedì 2 e sabato 4 settembre; alla Caserma del Savoia, la vaccinazione serale è prevista domani, giovedì 2 e venerdì 3. Alla ex Fonderia Leopolda di Follonica, i vaccini non si fanno domani pomeriggio mentre sabato 4 settembre solo dalle 20 alle 22.

Infine a Massa Marittima, il centro vaccinale all’ex convento delle Clarisse, è aperto sabato 4 settembre e domenica 5 dalle 9 alle 20. In tutti i centri il siero utilizzato è quello di Pfizer e di Moderna (alla caserma Savoia, anche il Johnson&Johnson) che vengono somministrati in fasce orarie predefinite, reperibili sul sito internet della Asl Sud est, sezione comunicati stampa. Per quanto riguarda i nuovi casi di Covid, lunedì 30 in provincia di Grosseto, il report della Asl indicava 18 nuove positività, contro le 19 di domenica 29 agosto, e un numero di tamponi di poche decine superiore. Niente di paragonabile dunque all’allarmante "47" di sabato 28 agosto. Sono 21 i posti letto occupati nel reparto di malattie infettive, uno in meno di domenica, mentre restano quattro i ricoverati in terapia intensiva. I nuovi casi - sempre in riferimento al bollettino Asl di lunedì 30 - sono a Grosseto (9), a Castiglione della Pescaia (3), mentre un caso ciascuno a Castel del Piano, Arcidosso, Orbetello, Santa Fiora, Scarlino e Sorano. Le persone positive in totale sono 561, delle quali 502 in cura a domicilio. 433 sono i contatti in quarantena, 21 i guariti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA