Risse e aggressioni: chiuso un locale dell'Argentario

I carabinieri procedono alla chiusura del locale

La misura è stata valutata indispensabile per salvaguardare l’ordine e la sicurezza pubblica

PORTO SANTO STEFANO. Risse, schiamazzi e problemi di ordine pubblico. I carabinieri chiudono un locale di Monte Argentario per tre giorni. Nel pomeriggio di sabato 28 agosto, i militari della compagnia di Orbetello hanno notificato al titolare di una nota discoteca del posto, nel comune di Monte Argentario, un provvedimento di sospensione della licenza di “trattenimenti danzanti”.

Il locale dovrà quindi osservare un periodo di chiusura  di tre giorni. La misura, richiesta dai carabinieri di Porto Santo Stefano pochi giorni fa, è stata valutata indispensabile per salvaguardare l’ordine e la sicurezza pubblica del territorio. Nel corso dell’ultimo mese intatti, il locale è stato teatro di numerose turbative, nello specifico litigi per futili motivi, spesso scaturiti in vere e proprie risse, che hanno visto coinvolti diversi giovani, anche minorenni, accorsi, come solitamente avviene nel periodo estivo, come turisti da tutta Italia. Soltanto negli ultimi quindici giorni, i militari sono dovuti intervenire in svariate occasioni per sedare gli animi, premurandosi di prestare soccorso alle  vittime che hanno dovuto concludere le loro serate di svago al pronto soccorso.