Imprenditore balneare picchiato da un gruppo di giovani

Follonica: sono entrati nello stabilimento e, una volta sorpresi, hanno aggredito il gestore dello stabilimento. Il sindaco Benini scende in spiaggia di notte: «Dobbiamo dare un segnale»

FOLLONICA. ll sindaco Andrea Benini la sera del 23 giugno si recherà in spiaggia. La decisione del primo cittadino è l'effetto di quanto accaduto la notte precedente, tra martedì 22 e mercoledì 23 giugno, ovvero, il gestore di uno degli stabilimenti balneari è stato picchiato da un gruppo di ragazzi; costoro sono stati sorpresi all'interno dello stabilimento e, nonostante l'intervento del guardiano, del responsabile del salvataggio e di uno dei gestori, la situazione è degenerata fino allo scontro fisico. «Si tratta di un episodio gravissimo - dice il sindaco - di un evento violento che non è possibile tollerare e che l’Amministrazione comunale e l'associazione Balneari, condanno fortemente» dice il sindaco Andrea Benini

«Lo scorso anno abbiamo vissuto grandi disagi a causa delle scorribande in spiaggia – commenta il presidente dell'associazione Balneari Alessandro Gandi – Siamo preoccupati prima di tutto per l'incolumità dei nostri colleghi, che rischiano sempre di più, ma anche per l'immagine della città. Questo episodio è segno di una totale assenza di senso civico».

L'Amministrazione comunale sta lavorando alla questione della sicurezza sulla spiaggia già da tempo grazie a una forte collaborazione con la prefettura, con il tavolo provinciale di ordine e sicurezza e con tutte le forze dell'ordine. «Con il comandante della polizia municipale, Luciano Bartoli, stiamo già operando per una maggiore presenza di personale anche in orario notturno – prosegue Benini – e, inoltre, c'è il progetto “Notti di Qualità” realizzato in collaborazione con Anci».

In occasione dell'ultimo consiglio comunale, poi, è stata approvata all'unanimità la mozione “Notti sicure 2021”. «I progetti in campo sono diversi – spiega il sindaco Benini – ma è evidente che è necessaria una maggiore presenza di forze dell'ordine sul territorio, perché Follonica ha delle dinamiche particolari. Ringraziamo quindi le forze dell'ordine per la disponibilità dimostrata, il lavoro da fare è complesso e ognuno dovrà farà la sua parte».

 «Già da stanotte (la notte tra il 23 e il 24 giugno, ndr) – spiega Benini – Faremo il possibile con la polizia municipale, per non lasciare soli gli imprenditori. Siamo di fronte a un episodio inaccettabile e proprio per questo motivo anche io scenderò in spiaggia insieme a loro, per dare un segnale e, allo stesso tempo, per toccare con mano il problema». E il primo cittadino conclude: «Non abbiamo mai vissuto il turismo giovanile come un problema o una minaccia ma, al contrario, come un'opportunità. Di fronte a episodio violenti come quello della notte scorsa servono però delle posizioni nette e delle soluzioni».