Contenuto riservato agli abbonati

Amazon a Grosseto, Mega assume più di 30 corrieri: come candidarsi

La società di logistica ha già reclutato una quarantina di addetti, ma cerca ancora personale: lo stipendio previsto

GROSSETO. Pian piano ogni cosa trova il suo posto e il pianeta grossetano Amazon prende forma. Al capannone di via Giordania, che guarda lo spiazzo dei giostrai e che dovrà fungere da piattaforma – da quartier generale – i lavori procedono a pieno ritmo: la progressione, pressoché giornaliera, bene si vede dalla rampa di uscita della città “Grosseto nord”. C’è già un pool composto da una quarantina di corrieri che, alla guida di furgoncini, da qualche settimana calca le strade della città facendo consegne. E, soprattutto, ci sono altre assunzioni in vista: perché quello del recapito dei pacchi è un grande business, anche nella Maremma delle infrastrutture viarie che fanno acqua da tutte le parti. E il colosso mondiale del commercio elettronico dovrebbe aver fatto i calcoli nel modo giusto.

La protagonista


Tutto è in mano a Mega, grande società campana di trasporti e logistica integrata: sede nel Casertano a Gricignano di Aversa, sette sedi operative in Italia – dalla Toscana e dalle Marche in giù – 30 milioni di fatturato all’anno, 500 dipendenti e un management “giovane”. Si sapeva, del resto, che Amazon – almeno in prima battuta – non sarebbe approdata a Grosseto direttamente, ma mediante una sorta di braccio operativo. Ha scelto Mega. Per conto di Amazon, per cui lavora da tre anni, Mega è infatti sbarcata a Grosseto: l’ha fatto in punta di piedi e ha proceduto pragmaticamente. Dal capannone – che già esisteva ma come “rimessa” dei mezzi della flotta di Arzillibus e in parte lo è tutt’ora – alle assunzioni.

Reclutamento “base”

A Grosseto Mega ha già assunto quaranta autisti per le consegne. È il pool di base che verrà “stagionalmente” incrementato. Non è stato semplice – dicono fonti autorevoli – trovare personale: su 40 corrieri, infatti, solo il 30 per cento è grossetano mentre il resto arriva da altre piattaforme italiane di Mega. Chissà perché non c’è stata la corsa a un posto di lavoro, coi tempi che corrono.

Cosa viene offerto

Forse perché Mega – a Grosseto – non era un nome noto. Forse d’ora in poi sarà più semplice. Eppure la società di logistica applica il contratto collettivo nazionale del settore riconoscendo la mansione di autista-consegnatario: tradotto, si tratta di uno stipendio da 1. 600/1. 700 euro al mese per quattro/cinque giorni lavorativi. E l’obiettivo sarebbe quello di stabilizzare il personale reclutato.

Altre opportunità

Non solo. Le candidature restano aperte. Mega infatti è già alla ricerca di altri autisti-corrieri per gestire il picco delle consegne natalizie: cioè da settembre a dicembre. Chi volesse farsi avanti, può inviare il curriculum a hr@invesgroup. it.

I requisiti

Possono candidarsi tutti coloro che possiedono la patente B e che non hanno carichi penali pendenti. Non è richiesta l’esperienza nella mansione in quanto i neoassunti prima di essere lanciati alle consegne seguiranno un periodo di formazione; non è neppure richiesto di conoscere lo stradario di Grosseto, dato che i furgoni – marchiati Mega, Locauto, AmicoBlu – sono tutti dotati di navigatore.

Il quadro

L’arrivo di Mega per conto di Amazon si traduce, insomma, per la Maremma in nuovi posti di lavoro e in un servizio nuovo di consegne che sarebbe un po’ diverso – per esempio, più “agile” – secondo gli addetti ai lavori, rispetto a quello tradizionale. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA