Open day vaccini, mezzo flop, si presentano solo in 155

Le vaccinazioni alla Fonderia 1

Follonica. Le dosi di Pfizer per gli over 50 disponibili erano 300 da somministrare in due fasce orarie: sono andate anche ai più giovani, ma il tutto esaurito non è stato registrato.

FOLLONICA. Il fine settimana del 19 giugno è stato dedicato ancora una volta agli open day, che significa la possibilità di vaccinarsi senza prenotazioni con Pfizer nei centri allestiti da Asl Toscana sud est in provincia di Grosseto e Arezzo.

È stato il terzo weekend dedicato alla vaccinazione libera, stavolta aperto agli over 50 ma con la possibilità di accesso anche da parte delle altre categorie qualora non ci fossero in attesa cittadini nati prima del 1971.


Nel centro vaccinale della Fonderia n° 1 a Follonica il v-day è stato quello di sabato 19 giugno con ben trecento dosi a disposizione suddivise in due slot, duecento dosi nella fascia oraria 14-20 e altre cento nella fascia oraria serale dalle 20 alle 23. A fronte di un’offerta consistente di vaccini disponibili però stavolta l’open day follonichese non sembra aver riscosso molto successo, al termine della giornata infatti delle trecento fiale a disposizione ne sono state somministrate solamente 155, in pratica metà dei vaccini disponibili sono rimasti inutilizzati.

E a poco è valso anche aprire le porte non solo agli over cinquanta visto che nonostante il “liberi tutti” l’affluenza è stata comunque al di sotto delle aspettative.

Considerando che tutt’ora ci sono cittadini in attesa del vaccino prenotato per le prossime settimane nonostante una richiesta effettuata più di un mese fa, e che avrebbero potuto tranquillamente anticipare a sabato la prima somministrazione guadagnando tempo e mettendosi anche al riparo dalla probabile riprogrammazione annunciata nei giorni scorsi dalla Regione dopo l’annunciato calo di approvvigionamento di sieri Pfizer, è chiaro che probabilmente la promozione dell’open day non è stata adeguata o comunque il messaggio è arrivato alla cittadinanza solo in maniera parziale. O forse, il bel tempo ha spinto cittadini e turisti sulla spiaggia anziché alla Fonderia 1.

Nelle prime ore dell’open day infatti sono state pochi gli over 50 a presentarsi in Fonderia per ricevere la prima dose tanto che la somministrazione anche alle fasce di età più giovani è iniziata praticamente subito.

Tanti soprattutto i ragazzi, con la fascia di età dei ventenni che anche grazie al passaparola sui social ha raggiunto il complesso nell’ex Ilva sottoponendosi alla vaccinazione, guadagnando magari solo qualche giorno (anche sulla gestione delle prenotazioni qualcosa non deve essere andato se gli over 40 hanno dovuto aspettare oltre un mese nonostante avessero effettuato la prenotazione appena aperta la finestra temporale mentre i nati negli anni ’90 hanno dovuto attendere solo qualche settimana) ma iniziando comunque il tanto atteso percorso verso l’atteso ritorno a una vita la più normale possibile.

Rimane quindi il dato abbastanza clamoroso almeno per Follonica, fra l’altro città che sta iniziando a ospitare anche numerosi turisti in arrivo da altre provincie e regioni, di almeno metà delle dosi rimaste senza destinatario, incomprensibile soprattutto perché sono ancora tanti i cittadini in attesa dell’inizio del ciclo vaccinale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA