Maltratta la convivente, arrestato

Un ragazzo di 27 anni è stato portato in carcere: aveva dato in escandescenze anche all'ospedale

PORTO SANTO STEFANO.Era diventata una convivenza impossibile quella di una coppia di Porto Santo Stefano: venerdì 18 giugno, i carabinieri della compagnia di Orbetello hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un ventisettenne della provincia di Napoli, residente nel borgo argentarino. L'uomo è accusato di aver maltrattato in molteplici occasioni la compagna, con cui convive da circa un anno e mezzo. Una convivenza difficile fin dall'inizio, dovuta al comportamento estremamente altalenante di lui, complice probabilmente una frequente assunzione di alcol. Violenze fisiche e verbali, minacce che l'arrestato non ha risparmiato di rivolgere, in alcune occasioni,  anche a un'amica della compagna, oltre che ai suoi animali domestici, contro cui ha a volte sfogato la sua rabbia. A seguito dell'ennesima aggressione per strada, in cui erano intervenuti i carabinieri, la vittima si era decisa a denunciare i fatti: i carabinieri della stazione hanno trovato ampi riscontri alle dichiarazioni della donna. Non sono mancati episodi di incontinenza anche nei confronti dei Carabinieri: pochi giorni fa il ragazzo è stato portato all'ospedale di Grosseto dove ha sfogato la sua rabbia minacciando anche il personale. Ora è rinchiuso nel carcere di Sollicciano, a Firenze.