Controlli dei carabinieri nei negozi, multe per decine di migliaia di euro

In un bar sono state trovate telecamere che riprendevano i dipendenti, in un panificio e in un centro estetico lavoratori a nero

GROSSETO. I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Grosseto ha partecipato, insieme ai collegi di altri Paesi europei al "Joint Action Days”, e insieme ai reparti territoriali della provincia, hanno svolto, in questi ultimi giorni, una serie di controlli a diverse attività commerciali del capoluogo, da cui sono emerse irregolarità che hanno fatto scattare pesanti sanzioni a carico dei titolari. Diversa la tipologia di esercizi controllati: tra questi, un panificio a cui i carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro hanno elevato contravvenzioni per circa 22mila euro, per aver impiegato manodopera in nero. Alcuni dipendenti irregolari erano stati infatti trovati all’interno del negozio all’atto del controllo, mentre altri, sempre risultati non regolarmente assunti, sono emersi a seguito di una verifica documentale successiva all’accesso dei carabinieri sul posto.

Sanzioni sono state elevate anche nei confronti di un centro benessere, dove la titolare di nazionalità cinese impiegava due dipendenti, risultati entrambi  irregolari. In questo caso sono scattate sanzioni per circa 7mila euro, e la sospensione dell’attività, la cui ripresa è subordinata al pagamento di una ulteriore somma di circa 2mila euro.    


Infine, il controllo presso un bar non lontano dal centro ha fatto emergere come il titolare avesse installato delle telecamere interne al locale, che però riprendevano anche l’area dove i dipendenti svolgono le loro mansioni: circostanza, questa, che presuppone particolari autorizzazioni e nulla osta, potendo le stesse telecamere essere utilizzate per una forma di controllo a distanza del personale. Autorizzazione che tuttavia mancava al titolare, per cui anche in questo caso i carabinieri hanno proceduto ad elevare sanzioni, oltre a prescrivere al titolare di regolarizzare la difformità.