Piante di marjuana alte fino a un metro, giovane arrestato

I carabinieri e le piante di marjuana

Semproniano: i carabinieri a casa di un 28enne una serra completa di sistema di aerazione e impianto di pompaggio per la coltivazione "professionale"

SEMPRONIANO. Una coltivazione casalinga di piante di marijuana, e 700 grammi di foglie già essiccate pronti per l’uso. Sono questi i numeri dell’operazione portata avanti dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pitigliano, che sono riusciti a scovare una vera e propria serra artigianale di marijuana all’interno di un'abitazione privata nel comune di Semproniano.

I carabinieri, dopo vari appostamenti e al termine di una lunga attività investigativa, per un paio di giorni  hanno effettuato dei sopralluoghi individuando l’abitazione di un 28enne, originario di Como ma di fatto domiciliato nel comune di Semproniano, e quando sono entrati in casa si sono trovati davanti a una vera e propria serra per la coltivazione di marjuana, organizzata di tutto punto: in una stanza, adibita esclusivamente alla coltivazione, vi erano delle lampade per fornire la luce a ciclo continuo alle piante, un sistema di aerazione composto da filtri per l’eliminazione degli odori sospetti e un impianto di pompaggio di anidride carbonica, necessario all’alimentazione forzata delle piante.

In totale i militari hanno sequestrato 38 piante di marjuana con un’altezza che variava dai 60 cm al metro e circa 700 grammi di marjuana già essiccata. Tutto il materiale, compreso quello adibito a serra, è stato posto sotto sequestro e il ragazzo è stato arrestato per produzione e spaccio di sostanza stupefacenti e sottoposto al regime degli arresti domiciliari.