Vaccino anti-Covid prima degli esami: "Così ci riprendiamo la nostra libertà"

Da sinistra Carlotta e la gemella Alice Tarentini, 18 anni, appena vaccinate all'Aurelia Antica mostrano orgogliose il cerotto (foto Agezia Bf)

In due serate 300 somministrazioni agli studenti, le gemelle Carlotta e Alice Tarentini, 18 anni: «Non vedevamo l’ora»

GROSSETO. Da sabato scorso anche gli studenti che si preparano a sostenere l’esame di maturità (al via mercoledì 16 giugno, il secondo dell’era Covid) hanno la possibilità di vaccinarsi tramite una finestra dedicata sul portale regionale www.prenotavaccino.sanita.toscana.it.

Il servizio consente di scegliere luogo e ora dell’appuntamento della prima dose ed è su base volontaria. Per prenotare lo studente deve inserire nome e cognome, codice fiscale, email e numero di cellulare e indicare l’istituto sede di commissione di esame e il codice della commissione d’esame. Sul portale ci sono due riquadri, Maturandi 1 e Maturandi 2, tuttora aperti alle prenotazioni: in base al codice della propria scuola ci si può prenotare tramite uno dei due.


A cogliere al volo questa opportunità sono state per esempio due sorelle gemelle di Grosseto, Carlotta e Alice Tarentini, 18 anni compiuti il 20 settembre. Le due studentesse si sono collegate al portale appena il servizio di prenotazione dedicato ai maturandi è stato aperto, il 5 giugno alle 18.

Mercoledì sera poco prima delle 21 all’hub vaccinale allestito alla multisala Aurelia Antica è arrivato per loro il momento della prima dose di vaccino Pfizer-Biontech e di quello che considerano un passo avanti verso la normalità.

«Non vedevamo l’ora di vaccinarci – dice Carlotta, studentessa del liceo linguistico Rosmini mentre la sorella frequenta il liceo economico sociale dello stesso istituto – Il ciclo sarà completato con la seconda dose del 21 luglio ma già questo è un passo importante per riprenderci la nostra libertà e speriamo che la situazione generale migliori sempre di più». Il pensiero corre all’esame da sostenere (anche se solo orale) ma soprattutto alle difficoltà di un anno scolastico scandito per gran parte dalla didattica a distanza, dalla lontananza dagli amici e compagni di studi e dalle routine stravolte. Ma c’è anche l’aspetto positivo: vaccino vuol dire green pass e poter tornare a muoversi in libertà. «Io ho già prenotato per la Sardegna – annuncia con gioia Carlotta – Mia sorella non ancora ma sicuramente anche nei suoi programmi c’è un bel viaggio».

Come Alice e Carlotta anche altre decine di maturandi maremmani hanno sfruttato la finestra dedicata a chi sta per sostenere l’esame di Stato con due serate alla Multisala. I posti erano rispettivamente cento e duecento – come conferma il responsabile di zona distretto Amiata Grossetana, Colline Metallifere e Grossetana Fabrizio Boldrini – e sono tutti esauriti (anche se i maturandi in provincia sono circa 1.800. Nella programmazione fino al 13 giugno (soggetta ad aggiornamenti) ad oggi non sono previste nuove sessioni solo per maturandi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA