Spari vicino alla stazione, denunciato un 55enne

Il materiale sequestrato dai carabinieri di Follonica

I carabinieri sequestrano una pistola a salve. Il responsabile non ha saputo spiegare i motivi del gesto

FOLLONICA. Una chiamata che segnalava spari alla stazione ferroviaria di Follonica, arrivata alcuni giorni fa tramite il numero unico d’emergenza 112, ha fatto accorrere i carabinieri della Compagnia di Follonica in forza sul posto, per verificare cosa fosse accaduto e se ci fossero feriti.

I militari hanno sorpreso, nei pressi di una casa cantoniera abbandonata, due uomini e una donna che sono stati sottoposti a immediata perquisizione. Uno di loro aveva indosso una pistola a salve, replica in metallo del tutto simile a una pistola autentica, completa di caricatore contenente 8 cartucce calibro 8 mm, oltre a una scatola in plastica con all’interno 3 ulteriori cartucce.

Messo davanti all’evidenza, l’uomo ha confermato di aver esploso, poco prima dell’arrivo dei carabinieri e senza un motivo preciso, alcuni colpi con la pistola di cui era in possesso; cosa che aveva evidentemente allarmato le persone residenti in zona. Il responsabile, classe ’66 con precedenti, è stato denunciato alla Procura di Grosseto per esplosioni pericolose e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

L’arma è stata posta in sequestro. Gli altri due soggetti fermati in sua compagnia sono risultati estranei ai fatti.