Chiamati a placare lite tra ex coniugi, carabinieri trovano marijuana

I carabinieri con le piante di canapa indiana sequestrate

Ex moglie denunciata: aveva sei piante di canapa nella casa che rifiutava di lasciare, come imposto dal tribunale

FOLLONICA. Chiamano i carabinieri per una lite in famiglia ma, quando i militari arrivano, trovano delle rigogliose piante di marijuana.

I carabinieri della compagnia di Follonica hanno denunciato in stato di libertà una donna residente nel comune del Golfo, classe 1976, per produzione e detenzione di sostanze stupefacenti.

Il tutto nasce da un intervento in casa della donna richiesto dall’ex marito, che aveva chiamato il 112 per dei dissidi familiari.

Sul posto, l’uomo ha spiegato ai militari che la sua ex compagna, come disposto dal tribunale, avrebbe dovuto lasciare la casa coniugale, assegnata a lui dall’autorità giudiziaria nell’ambito di un procedimento relativo alla separazione tra i due. In casa però c’era ancora la donna.

Una volta calmati gli animi e presa cognizione della situazione, l’attenzione dei carabinieri è stata  richiamata da una serie di piante in vaso, ben tenute, che alla vista non sono sembrate piante ornamentali.

Da un esame più approfondito, è emerso che si trattava nello specifico di sei piante di canapa indiana, di altezza variabile tra 50 e 110 centimetri. Epilogo dell’intervento, la donna è stata denunciata e le piante poste sotto sequestro.