Contenuto riservato agli abbonati

La nuova Rsa a Grosseto ora assume: servono medici, infermieri e cuochi

I profili vacanti sono molti e non riguardano solo le professioni assistenziali: tutti i dettagli

GROSSETO. Manca ormai poco per il taglio del nastro della residenza sanitaria assistenziale che negli ultimi mesi ha preso forma laddove via Genova, dopo il rettilineo che attraversa la zona artigiano-industriale, disegna una curva. È sorta su una quota di terreni della Tenuta Poggione, una delle più note e storiche società agricole maremmane, di proprietà della famiglia Lemarangi. Il settore comunicazione del Gruppo Kos, che opera nella sanità e che gravita nel cosmo Cir – Compagnie Industriali Riunite dei fratelli De Benedetti, e che in Maremma – per realizzare questo progetto – ha investito circa 12 milioni di euro, ha annunciato di recente al Tirreno che la Rsa aprirà prima di agosto, presumibilmente a luglio. E ci sono tutte gli elementi per ritenere che la tabella di marcia sarà grossomodo rispettata: primo perché la maxistruttura – esteticamente molto gradevole – a colpo d’occhio sembra già pressoché terminata; secondo, perché il 30 giugno, al Centro per l’impiego di Grosseto, si svolgerà un incontro con Kos Care srl al quale possono partecipare tutti coloro che aspirano a entrare nel team che assisterà gli ospiti della Rsa.

I POSTI DI LAVORO


Ci sono assunzioni in vista, insomma. La Rsa – che è il risultato di un progetto autoctono, grossetano, in quanto ideatore, sviluppatore e co-progettista è Rocco Corsi, amministratore di Tenuta Poggione – avrà 120 posti-letto. A regime, la struttura necessiterà di una sessantina di operatori delle professioni sanitarie. Le assunzioni verranno fatte per gradi, anche a seconda della richiesta di servizi. Si partirà con la copertura di una ventina di posti.
 

I PROFILI RICERCATI

Il Centro per l’impiego di Grosseto comunica che i profili ricercati sono i seguenti: medici con o senza specializzazione; infermieri, incluse le figure di coordinamento; fisioterapisti; operatori socio sanitari; ma anche centralinisti e poi cuoco e aiuto cuoco, lavapiatti, addetti alle pulizie. Il Gruppo Kos opera non solo nell’assistenza socio-sanitaria ma anche nella cronicità residenziale, nella riabilitazione e nella psichiatria, nella tecnologia avanzata applicata alla medicina, e nella medicina per acuti.

L'EVENTO

L’appuntamento al Centro per l’impiego di Grosseto durante il quale il Gruppo Kos care srl incontrerà chi aspira a entrare nel team è inserito nel ciclo Fiera Toscana Lavoro 2021. L’incontro si aprirà con la presentazione dell’azienda, seguirà la descrizione dei profili vacanti e le competenze professionali richieste; dopo di che seguiranno i colloqui di preselezione con il referente d’area.

COME PARTECIPARE

Chi volesse farsi avanti può dunque candidarsi utilizzando il portale Toscana Lavoro https: //lavoro.regione.toscana. it/ToscanaLavoro, oppure può inviare una email a serviziimprese. grosseto@arti.toscana.it, scrivendo nell’oggetto “candidatura evento Ftl 2021 Codice offerta …”, entro e non oltre mercoledì 9 giugno. I candidati che verranno selezionati saranno quindi contattati dal Centro per l’impiego per le modalità di partecipazione alle preselezioni. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA