All'asta terreni, aree verdi e parcheggi 

Il Parco centrale il giorno dell’inaugurazione (foto Giorgio)

Follonica: nel piano delle alienazioni ci sono anche un lotto edificabile da 2 milioni di euro e 18milametri quadrati dentro al parco centrale

FOLLONICA. Nessuna modifica al piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari del Comune di Follonica.

Il consiglio comunale, dopo aver confermato l’elenco dei beni non strumentali realizzato a gennaio 2020 dal commissario prefettizio, ha ufficializzato i cinquantasei fra immobili, terreni, strade, giardini, parcheggi e aree verdi suscettibili di dismissioni in quanto ritenuti non strumentali all’esercizio delle proprie funzioni, il primo dei quali è già andato all’asta. Si tratta di un lotto di 1.712 metri quadri edificabili in via dei Pioppi, in località Campi alti al mare, per il quale le domande sono presentabili fino alle ore 12 del 26 maggio.


Per l’area in questione nel piano attuativo del Comune di Follonica è prevista la possibilità di realizzare quattro alloggi a villetta su piano unico con superficie massima di 600 metri quadri suddivisi in 150 metri quadri per ogni singola costruzione, con possibilità di integrare ogni alloggio con un piano interrato da adibire a garage o cantina e con cortili di pertinenza esclusiva.

Il valore minimo dell’asta per il terreno è di 540 mila euro e l’aggiudicazione verrà effettuata a chi avrà presentato l’offerta con il minor ribasso percentuale. I plichi contenenti le domande saranno aperti in seduta pubblica nel palazzo comunale di Follonica ufficio del responsabile urbanistica e patrimonio il 27 maggio alle 10. Nel piano complessivo delle alienazioni l’importo totale che risulta dalle valutazioni dei cinquantasei lotti inseriti nell’elenco sfiora i cinque milioni di euro, più o meno equamente divisi per ogni anno del piano triennale.

Il lotto più sostanzioso è quello in via Massetana, i 18 mila metri quadri destinati alla realizzazione all’interno del parco centrale del campus scolastico sulla base alle procedure attivate dal Ministero per l’istruzione, l’università e la ricerca per le cosiddette scuole innovative. L’area in questione sarà ceduta all’Inail che diventerà quindi il soggetto titolare della costruzione dell’edificio scolastico. Il valore sarà determinato in base a specifica perizia dell’istituto stesso, attualmente quello presunto inserito nel piano è di 816 mila euro in totale. Nell’elenco dei beni figurano soprattutto giardini e aree verdi, oltre a quello in via dei Pioppi risulta un altro terreno edificabile con destinazione artigianale e industriale del valore presunto di 2 milioni di euro, un’area di 31 mila metri quadri in via dell’Industria nella zona industriale. —