Torna alla ribalta Neghelli Channel: il regista Angione cerca comparse

Vuole rispolverare il “tormentone”della fine degli anni ’90. «Un regalo per il mio quartiere e una “cura” per lo stress» 

ORBETELLO. Dopo 15 anni torna Neghelli Channel. Andrea Angione, artista e fotografo – vincitore dell’Anguilla d’oro– ha deciso di far tornare sugli schermi, Neghelli, il suo quartiere, e i neghellesi doc. «Sono tornato a vivere a Orbetello dopo sei anni passati a Barcellona – spiega – A causa del Covid lì è tutto fermo. Così ho approfittato per rispolverare le ceneri dei filmati di Neghelli Channel che tra gli anni ’90 e l’inizio del 2000 sono stati un tormentone».

Nel film saranno presenti gli “attori” che sono stati protagonisti del Neghelli Channel di 15 anni fa, come ad esempio Roberto Lopez, : e se ne aggiungeranno altri. Il 23 aprile è il giorno del casting che si svolgerà all’ex Idroscalo dalle 16,30 alle 20. «Per girare questo film mi sono ispirato a tutte le serie di film e cartoni degli anni ’80-’90. Sarà una sorta di mascherata. Dato che il Covid ci ha tolto il Carnevale, noi lo facciamo alla nostra maniera – aggiunge Angione – La cosa bella è che stanno partecipando tutti con tanto entusiasmo perché sono in molti a essere attaccati a Neghelli Channel. Sapevo di doverlo riprendere e penso che questo sia proprio il momento adatto».


Oltre al cast che ha rappresentato lo zoccolo duro del passato l’artista inserirà molti ragazzi. «Ci sarà proprio uno spirito che sarà carnevalesco anche nell’organizzazione – dice – Ci saranno ragazze di Orbetello che suonano e ballano».

Se Neghelli Channel è un must per i neghellesi, lo sono anche le serie a cui si ispira il regista: film come Supercar, Magnum Pi, Happy days, Chips. Anche i cartoni animati hanno ispirato il regista lagunare: Holly e Benji, per esempio. Tutto è, per la maggior parte, auto-prodotto. E «Molte associazioni mi hanno chiamato perché sono interessate a partecipare».

L’obiettivo di Angione non è l’ottenimento di un premio cinematografico ma sociale.

«Ho visto tutti molto stressati dalla pandemia da Covid – continua – e Neghelli Channel può essere una cura». Sarà un modo quindi per allietare gli animi messi a dura prova dal virus.

La trama del film è molto semplice – dice – si tratta di un ragazzo di Roma che viene in vacanza a Orbetello proprio a causa del Covid e troverà un ciondolo in un paese che risulterà stregato». Il resto è top secret e lo scopriremo solo quando vedremo il film finito. Il film è un regalo che Angione, che proviene da una famiglia di artisti, fa al suo quartiere.

Lui è noto non solo a Orbetello, tant’è che nel 2017 la Proloco Lagunare lo volle insignire dell’Anguilla d’oro per aver portato il nome di Orbetello nel mondo: e Angione ritirò quel premio con tanto orgoglio ed emozione. In riva alla laguna è conosciuto come un fotografo-artista, passione che parte da lontano, da quando iniziò gli studi di fotografia cinematografica. Vittorio Sgarbi lo ha definito il “Caravaggio contemporaneo” . Nel 2017 ha esposto a Helsinki, in una mostra personale. Alcune delle sue opere si possono ammirare nelle stanze del palazzo comunale di Orbetello. Per il momento ha deciso di dedicarsi al suo quartiere e ai suoi concittadini che sono orgogliosi di comparire nel suo film. Aspetta tutti coloro che avranno voglia di divertirsi all’Idroscalo per la scelta delle comparse. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA