Dalla Regione finanziamento beffa: per rifare le strade arrivano 543 euro

Trentuno comuni ottengono fra 32mila e 50mila euro. Il sindaco Petrucci: "Pensavo a un errore", Ulmi interroga Giani 

SEMPRONIANO. Asfaltare un metro quadrato di strada costa all’incirca 15 euro. Il Comune di Semproniano può quindi dormire sonni tranquilli: con il nuovo finanziamento regionale appena arrivato, destinato alla manutenzione delle strade nei piccoli comuni, potrà dare un nuovo volto a ben, udite udite, 36 metri. Trentasei, sì, avete letto bene.

Perché del milione e mezzo di euro stanziati nelle finanziaria 2021, approvata nei giorni scorsi dal consiglio regionale, e che ha elargito a 31 comuni toscani cifre tra 32mila e 50mila euro l’uno, a Semproniano arriveranno 543,20 euro. E, sì, avete letto bene anche stavolta: cinquecentoquarantatré e venti centesimi.


Neanche il sindaco Luciano Petrucci ci credeva quando lunedì è arrivata la comunicazione da Firenze. «Avevamo chiesto un finanziamento di 50mila euro per rimettere a posto le nostre strade – dice al Tirreno – contando di mettercene 12mila euro nostri per avere in tutto 62mila euro con cui sistemare le strade in paese e nelle frazioni. Quando ho aperto il documento e ho visto la cifra mi sono detto: saranno 54mila. Forse si sono sbagliati».

Nessuno sbaglio, ahinoi. Semproniano è risultato ultimo dell’elenco. A dirla tutta, praticamente fuori. Tutti gli altri comuni hanno infatti ricevuto finanziamenti a cinque cifre che coprono fino all’80 per cento dei lavori. Le briciole per Semproniano coprono, si fa per dire, lo 0,88 per cento.

«Non bastano nemmeno a far fare un sopralluogo – dice amareggiato il sindaco –. E sì che Comuni molto più ricchi del nostro, come Monterotondo Marittimo e Arcidosso, che possono contare sui fondi della geotermia, avrebbero meno bisogno di noi. Per noi i fondi pubblici sono essenziali».

Non è chiaro perché il finanziamento per Semproniano sia così sbilanciato rispetto agli altri comuni. Il consigliere regionale della Lega Andrea Ulmi ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione Eugenio Giani e alla giunta in merito alla delibera 354/2021 che individua gli interventi. «A fronte di una richiesta da 62mila euro, finanziare il ripristino di una strada comunale con poco più di 543 euro ci pare, più che un’offesa a un Comune, una presa in giro», commenta Ulmi. Che, ricevuta la notizia dall’assessore di Semproniano Lucio Leoni ha effettuato una verifica pensando, anche lui, a un errore. «Con mia grande sorpresa – dice – non c’era un errore; la cifra era reale».

Che a Semproniano sarebbe stata assegnata una somma lillipuziana era trapelato tra le righe di una dichiarazione con la quale, nei giorni scorsi, la consigliera regionale del Pd Donatella Spadi, vicepresidente della commissione per la tutela e la valorizzazione delle aree interne, aveva annunciato l’assegnazione di 50mila euro ciascuno a cinque comuni del Grossetano: Monterotondo Marittimo, Sorano, Arcidosso, Seggiano e Roccalbenga. Spadi chiudeva dicendo: «C’è poi il caso molto particolare del Comune di Semproniano che risulta l’ultimo in graduatoria e che riceve le risorse residue rimaste a disposizione che purtroppo non sono sufficienti». Commenta oggi Ulmi: «Forse la Regione avrebbe fatto più bella figura a non assegnare il contributo, oppure a tagliare anche di poco, sarebbe bastato poco più dell’uno per cento, agli altri 31 comuni, per garantire una somma accettabile». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA