Dreams, scommessa di Dario Libreria ma anche souvenir

Porto Santo Stefano. È arrivato Dreams, un po’ biblioteca indipendente un po’ souvenir. Aprire un nuovo negozio in tempo di pandemia è sempre una sfida, considerando tutte le restrizioni e le limitazioni sulla possibilità di poter girare liberamente. L’Argentario, poi, fa parte di quelle medaglie che hanno due facce: la prima, quella invernale, che da un anno a questa parte è ancora più fredda a causa dei decreti del presidente del consiglio dei ministri. L’altra, quella estiva, nella quale anche quest’anno, come lo scorso, sul promontorio ci si aspetta grande affluenza.

A puntare su quest’ultimo aspetto è Dario Loffredo, che tra qualche giorno inaugurerà il suo nuovo negozio Dreams, una libreria indipendente con un occhio di riguardo per i più piccoli. Ma anche negozio di souvenir turistici, artigianali e non, idee regalo, simpatiche e nuove sul territorio, senza dimenticare l’artigianato locale. Il negozio aprirà in via Roma 62 mentre l’inaugurazione, a meno di intoppi legati alla zona rossa, è prevista per il 10 aprile. «Ci vuole molto coraggio a investire adesso, è vero – racconta Loffredo – Ho dovuto passare molte difficoltà, superate grazie ai familiari e alla mia splendida compagna Sara. L’idea è stata quella di investire in uno dei punti nevralgici del paese, per creare un’attività moderna versatile in base alle stagioni. Sarò una libreria indipendente, darò molta importanza ai libri per bambini e per l’apprendimento, ma anche agli autori locali. Sarò un souvenir turistico, specialmente in estate: proporrò sia dei prodotti artigianali che made in Italy, e anche dei prodotti più comuni. Avrò dei prodotti di artigianato locale e sono aperto a collaborazioni con artigiani locali. Il mio auspicio è di portare il mio contributo al miglioramento futuro della nostra collettività. Un souvenir locale, ad esempio, può contribuire a far conoscere il nostro favoloso territorio altrove molto più di quanto si pensi. Perché certe scelte si fanno con il cuore, per l’amore che ci lega al nostro territorio». —


Andrea Capitani

© RIPRODUZIONE RISERVATA