Grosseto comune “zona rossa”

A sinistra la mappa della Toscana con il dettaglio della zona rossa a Grosseto, a destra il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna

Lockdown da lunedì anche ad Arcidosso e Castel del Piano, Follonica “salva”

GROSSETO. L’aumento dei casi di Covid negli ultimi giorni fa allargare la zona rossa in provincia di Grosseto. Ma non tanto come indicherebbe la matematica.

Grosseto in lockdown


Al territorio comunale di Scarlino, già in lockdown da lunedì scorso e confermato al massimo livello di allerta per altri sette giorni, si aggiunge anche il comune capoluogo, Grosseto, che – con un indice di positività di 432,2 positivi ogni 100mila abitanti (la soglia del rosso scatta a 250 per 100mila abitanti) – sarà zona rossa da lunedì 22 marzo e per tutta la settimana fino al 28. Torna il lockdown, dunque, per gli 81.912 residenti nel comune.

La decisione sarà effettiva non appena Giani firmerà l’ordinanza.

Sull'Amiata

Zona rossa – sempre dal 22 al 28 – anche nei comuni di Castel del Piano (tasso di positività 312,4) e di Arcidosso (257,7), dove negli ultimi dieci giorni i contagiati sono rapidamente schizzati da poche unità a 35 nei soli due paesi citati (20 a Castel del Piano e 15 ad Arcidosso).

Roccastrada e Follonica arancioni

La scampano, invece, i comuni di Follonica (258,8) e di Roccastrada (259). Non basta, infatti, avere un indice di positività oltre 250 perché sia decretata la zona rossa a livello locale. La decisione viene sempre presa dai sindaci insieme al presidente della Regione, valutando, oltre ai dati, anche altri fattori, ad esempio la maggiore o minore concentrazione dei contagi sul territorio. E laddove la soglia del rosso viene superata di poco, si può restare arancioni se, ad esempio, i casi sono sparpagliati nel territorio oppure localizzati in punti chiusi all’esterno (ad esempio in una famiglia).

È quello che è successo per i due comuni di Follonica e Roccastrada, che restano comunque sorvegliati speciali e verranno monitorati.

Seggiano “sospeso”

Per lo stesso motivo resta sospesa, al momento, la decisione su Seggiano. Qui ci sono due soli casi, ma bastano – alla dura legge dei numeri – a portare il tasso di positività a 304. «Ci sarebbe un terzo caso – spiega il sindaco Daniele Rossi – di una concittadina da poco uscita dall’ospedale per ragioni non legate al Covid. Con il terzo caso saremmo molto oltre la soglia per la zona rossa ma, ripeto, attendo notizie dalla Regione».

La gaffe

La decisione del lockdown per quattro comuni della provincia (oltre alla conferma di Scarlino, dunque, Grosseto, Castel del Piano e Arcidosso) è stata presa nel corso dell’incontro che ieri pomeriggio i sindaci hanno avuto con il direttore dell’Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso, e con il presidente della Regione Eugenio Giani.

La riunione è durata dalle 15,45 al tardo pomeriggio, con una pausa per valutare meglio alcuni dati e con una fuga di notizie, parzialmente sbagliate peraltro, alle 17,48, quando l’incontro non era ancora concluso. Autore, il presidente della Provincia e sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna attraverso il suo profilo Facebook e un comunicato stampa ai giornali. Vivarelli Colonna, oltre al proprio comune, ha scritto che erano in zona rossa anche Castel del Piano, Seggiano, Roccastrada, Follonica e Arcidosso, e che Gavorrano l’aveva chiesta pur non avendo i numeri. La comunicazione è stata poi parzialmente corretta dallo stesso Vivarelli Colonna alle 20, 33 (vedi articolo nella cronaca di Follonica).

Il messaggio

«Siamo sopra la soglia prevista per il passaggio da zona arancione a rossa – dice Vivarelli Colonna – e questo impone di prendere provvedimenti immediati per fare in modo che la situazione resti sotto controllo». Il sindaco invita a «rispettare le norme, a prestare attenzione al distanziamento e a evitare assembramenti: al momento non ho intenzione di emettere ordinanze ulteriormente restrittive, come la chiusura di alcuni luoghi pubblici, ma proprio per questo mi affido al buonsenso e alla correttezza dei cittadini. Prestiamo attenzione». Il sindaco annuncia anche una stretta dei controlli nel fine settimana. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA