Hendel al teatro Moderno, sul palco web, con "Toscanacci"

Paolo Hendel (foto Fabrizio Fenucci)

Show in streaming il 26 febbraio con Riccardo Goretti e Andrea Kaemmerle

GROSSETO. «Mai come adesso abbiamo bisogno di ridere delle cose della vita che non sono affatto divertenti». Con questo spirito Paolo Hendel, Riccardo Goretti e Andrea Kaemmerle portano di nuovo in scena (venerdì 26 febbraio alle 21, in diretta streaming su YouTube dal teatro degli Industri di Grosseto) "Toscanacci.

Risate e altri anticorpi", una produzione Guascone Teatro che in questa occasione omaggia lo scrittore grossetano Luciano Biancardi.

«Ci vuol coraggio a parlare di "toscanacci" e a schierare due che si chiamano Hendel e Kaemmerle - scherza Hendel - Per fortuna che Goretti compensa. Scherzi a parte, ci dividiamo la scena e giochiamo insieme. Ci divertiamo davvero e mi sento quasi in colpa a dirlo considerando la situazione generale. In questa edizione speciale dedicata a Bianciardi, voce bellissima della provincia e della Toscana che si è scontrata con la durezza della vita della metropoli, alcuni dei testi e dei monologhi sono presi dalle sue opere come "La vita agra" che considero un capolavoro ma anche "Il lavoro culturale" e "La solita zuppa e altre storie».

"Toscanacci" è il frutto di un lungo percorso di lavoro che la compagnia Guascone Teatro ha iniziato a fine anni Novanta cercando di recuperare e rilanciare il grande filone della comicità toscana, quella molto tagliente e sagace inaugurata da Boccaccio, Collodi, Malaparte e Bianciardi con la loro capacità di mettere in scherzo i grandi dubbi dell’umanità e le sue debolezze. "Toscanacci" si basa su un postulato precisissimo: solo l’ironia salverà il mondo. Senza volgarità né cadute di stile.

«Non mancheranno i riferimenti all’attualità e alla pandemia - prosegue Hendel - perché sentiamo tutti il bisogno fisiologico di esorcizzare ciò che stiamo vivendo».

Hendel la pensa così anche a proposito del vaccino: «Vedo un clima di paura e sospetto su questo tema. Io i vaccini li ho fatti tutti da quando sono nato, se ci fosse stato il vaccino per impedire la caduta dei capelli avrei fatto anche quello».

Lo spettacolo sarà in streaming a causa del permanere della chiusura dei teatri.«È vero che a teatro le norme anticontagio vengono garantite - dice il comico - ma ci sono stati momenti drammatici in cui chiedere alle persone di uscire di casa per venire a teatro rappresentava un elemento di rischio. L’importante è sgombrare il campo dall’idea che circola: non c’è nessuno che per farci dispetto ci tiene chiusi in casa. Il nemico comune che abbiamo è il virus, non dimentichiamolo».

La chiusura dei teatri e il rallentamento dell’attività lavorativa hanno portato Hendel a scoprire i social network. «Sono un ragazzo di una certa età - dice l’attore - ma finora non mi ero interessato a Facebook e Instagram. Invece ho preso l’abitudine di girare dei piccoli video da casa e stanno avendo un buon riscontro».

Lo spettacolo "Toscanacci" fa parte della stagione teatrale del Comune di Grosseto in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus. Per accedere alla diretta streaming il costo del biglietto è di 3 euro. Per acquistarlo basta collegarsi al sito www. liveticket.it, selezionare lo spettacolo e seguire le istruzioni per il pagamento. Successivamente sarà inviato per email il link di accesso alla diretta sul canale Youtube Teatri di Grosseto official. Info 334 1030779.

© RIPRODUZIONE RISERVATA