Affacciati alla recinzione della scuola, gli studenti hanno salutato il loro sindaco Settimio

La camera ardente per il sindaco di Capalbio Settimio Bianciardi (foto Enzo Russo)

Oggi, 20 gennaio, a Capalbio i funerali di Bianciardi, ieri il ritorno della salma nel paese e l’omaggio di istituzioni e cittadini 

CAPALBIO. Un lungo applauso ha accolto ieri, 19 gennaio, la salma del sindaco di Capalbio, Settimio Bianciardi, al suo arrivo in municipio. Il primo cittadino è scomparso sabato scorso a causa di un malore improvviso mentre era a caccia.

Il carro funebre, scortato dalla polizia municipale di Capalbio, è arrivato davanti al palazzo comunale intorno alle 16: ad attenderlo c’erano le autorità civili e militari e una piccola folla di capalbiesi, quella che le norme anti Covid ha consentito.

L’atmosfera era quasi irreale e densa di commozione. Affacciati alla recinzione della scuola che si trova davanti al Comune tanti alunni hanno voluto rendere omaggio al loro sindaco.

La bara di legno chiaro, portata dentro la sala consiliare, dove è stata allestita la camera ardente, ha ricevuto la benedizione del parroco don Marcello Serio.

Bianciardi aveva due grandi passioni oltre alla politica: la caccia e la Fiorentina. E sulla bara è stata adagiata la maglia di Gabriel Batistuta e appoggiato, vicino al feretro, lo scudetto della sua squadra del cuore: è un tripudio di viola, un colore che lui amava tantissimo perché quello della squadra di cui era un grande e accanito tifoso.

A rendere omaggio alla salma sono arrivati anche il prefetto di Grosseto Fabio Marsilio, i vertici dell’Arma dei carabinieri e il vicesindaco di Manciano Luca Pallini.

L’afflusso dei cittadini si è svolto nel rispetto delle norme anti Covid. In supporto alla polizia locale di Capalbio c’erano i colleghi di Orbetello e i volontari della Croce Rossa, delle guardie zoofile e della Racchetta.

I funerali sono fissati per oggi, 20 gennaio, alle 15. Il rito sarà officiato da don Marcello Serio. Gli ingressi in chiesa per il rito delle esequie saranno contingentati e non potranno partecipare più di 90 persone. Saranno presenti degli incaricati della parrocchia che misureranno la temperatura a coloro che saranno ammessi e sarà necessario comunicare un recapito telefonico. Il rito sarà trasmesso sul canale YouTube e con amplificazione all’esterno della chiesa.

I messaggi di cordoglio sono stati moltissimi. E ieri si sono uniti al dolore della famiglia anche la Asl Toscana sud est e l’Arci Caccia. Oggi saranno presenti i gonfaloni di tutti i Comuni vicini.

Oggi a Capalbio è stato proclamato il lutto cittadino. Camera ardente aperta fino alle 14.