Assembramenti per i vaccini, intervengono i carabinieri

Sospesa l'iniziativa organizzata dai medici di base nel borgo del Morellino: troppe persone davanti alla struttura

SCANSANO. I militari della stazione dei carabinieri di Scansano sono intervenuti stamattina, sabato 17 ottobre, all'ex ospedale dove era in corso una campagna di vaccinazioni antinfluenzali chiamata appunto “Vaccino Day”. L’iniziativa era stata organizzata da alcuni medici di famiglia del posto, in collaborazione con l’Azienda Usl Toscana Sud Est, il Comune di Scansano e i volontari della Misericordia di Roccastrada, ed era aperta a tutti i cittadini che avevano diritto alla vaccinazione. Il successo dell’iniziativa ha comportato tuttavia il crearsi di una fila difficilmente gestibile sotto il profilo del rispetto delle norme anti Covid: ciò nonostante tutti i presenti indossassero la mascherina, e fossero state predisposte delle transenne per convogliare la fila. I carabinieri, intervenuti insieme agli agenti della polizia municipale per verificare che vi fosse il dovuto distanziamento, preso atto della situazione hanno optato, sentiti i medici operanti e di comune accordo con il sindaco di Scansano Francesco Marchi, di far sospendere le attività. Ciò al solo scopo di evitare che l’iniziativa, nonostante tutte le precauzioni adottate, potesse trasformarsi in un rischio per la salute dei cittadini.