Maltempo in Maremma, case scoperchiate e cittadini evacuati. L'Albegna fa paura

La strada provinciale Leopoldina che porta a Monte Antico invasa quasi completamente dalle acque dell'Ombrone

Le forti piogge hanno provocato allagamenti e grossi disagi alla viabilità: chiuse numerose strade

GROSSETO. La zona sud della provincia si è svegliata devastata dalla furia del maltempo, acqua e vento l'hanno fatta da padrone. La notte è stata lunga e colma di ansia. La pioggia ha tenuto sotto scacco il territorio mancianese. Le forti piogge hanno provocato allagamenti e grossi disagi alla viabilità. Sono state disposte subito le chiusure di molte strade per allagamenti e frane: la strada regionale 74, la strada provinciale 101, la strada provinciale 159 Montemerano direzione Scansano, la strada provinciale Follonata tra Saturnia e Pianetti; la provinciale 32 tra Manciano il confine con il Lazio, direzione Farnese; la strada provinciale che da Manciano porta a Vulci.

Maltempo a Grosseto, l'Ombrone fa paura a ridosso della città

Le squadre della Protezione civile hanno monitorato il territorio tutta la notte tenendo sotto osservazione fossi, torrenti e fiumi. A destare preoccupazione sono stati i livelli del fiume Albegna che continuava a crescere per le piogge incessanti, a monte e a valle. Verso le 2 della notte con la strada 74 chiusa in direzione Albinia e Pitigliano, per gli automobilisti bloccati si sono aperte le porte della chiesa di Marsiliana e del palazzetto dello sport di Manciano. Il livello crescente dell'Albegna arrivato a oltre sei metri ha fatto decidere il Comune di Manciano per una evacuazione preventiva del quarto Albegna. La popolazione è stata invitata a lasciare le Abitazioni o a salire ai piani alti.

Maltempo in Maremma: a Istia d'Ombrone il fiume invade la strade

Il Comune di Orbetello ha disposto, a partire dalle 3.30, una evacuazione preventiva, a scopo precauzionale. La popolazione è stata portata al palazzetto dello sport di Neghelli: 20 le persone evacuate dai vigili del fuoco nella notte in località Polverosa: delle 20 persone evacuate, 4 bambini dai 4 ai 10 anni ed una persona disabile. Particolarmente difficoltosa l'evacuazione della persona disabile, in quanto la strada per raggiungere l'abitazione era ingombrata dai pini abbattuti dal vento, quindi la squadra dei vigili del fuoco ha dovuto liberarla. La persona si trovava all'interno del proprio appartamento, del quale era crollato il tetto ed era stata investita dai calcinacci. fortunatamente, non gravemente ferita, è stata trasportata fuori dall'abitazione e consegnata al personale sanitario. La popolazione è stata in apprensione tutta la notte.

La paura del fiume Albegna e di una sua esondazione, sommata a quella del Magione, ha dovuto poi fare i conti con una violenta tromba d'aria che ha scoperchiato le abitazioni alla Fornace, nella zona della Radicata. Tegole volate via, alberi sradicati. Una popolazione messa di nuovo in ginocchio dopo i disastri del 2012 e del 2014.

Aggiornamento 12,57: Strada chiusa sul ponte che attraversa il fiume Orcia e che collega le due province di Grosseto e Siena nel territorio comunale di Castel del Piano.

Aggiornamento ore 12,41: il Comune di Manciano avvisa la cittadinanza che, a seguito dei recenti eventi alluvionali e del diffuso stato emergenziale del territorio, nella giornata di domani lunedì 18 novembre le scuole di ogni ordine e grado del comune di Manciano rimarranno chiuse.

Aggiornamento ore 12: Nel comune di Civitella Paganico l'Ombrone è in golena; le acque del fiume hanno invaso gran parte della strada provinciale Leopoldina che porta a Monte Antico. Chiusa la strada dell'Aratrice.

Aggiornamento ore 11,30: è in corso il recupero di alcune persone rimaste isolate in un podere in località Monte Antico, comune di Civitella Paganico. Viste le condizioni del territorio, si è reso necessario l'uso dell'hovercraft. Si tratta di 3 persone di cui una ultranovantenne (notizia in aggiornameto).

Aggiornamento ore 10,31: continuano gli interventi sulla provincia di Grosseto, fortemente colpita dal maltempo. In corso anche nel grossetano in località Istia d'Ombrone la verifica dell'incolumità di alcuni animali da parte dei sommozzatori del nucleo di Grosseto. Molti anche gli interventi per gli alberi resi pericolanti o abbattuti dal forte vento.